Al Mobile World Congress 2016 di Barcellona Accenture e Seat hanno presentato lo sviluppo di un proof of concept, che permette agli automobilisti di provare nuovi servizi in mobilità attraverso Internet delle cose (IoT) e auto connessa.

La soluzione si basa su tre elementi: connessione auto-casa, avvisi sullo stato dell’auto e monitoraggio dello stile di guida del conducente. Attualmente Seat sta valutando queste soluzioni per determinare quale risponda meglio alla esigenze dei propri clienti.

La funzione sullo stato dell’auto permette di visualizzare sul dispositivo mobile gli elementi del cruscotto, consentendo all’automobilista ad esempio di verificare la situazione dei livelli, come carburante o olio, durante il viaggio o mentre la vettura è parcheggiata.

L’app permette inoltre la ricezione di avvisi e segnali di allarme su dispositivi mobili, relativi a problemi del motore o dei ricambi. Insieme al messaggio di errore saranno fornite informazioni tratte dal manuale d’uso della vettura, nonché indicazioni circa l’assistenza stradale: in caso di guasto, potranno essere condivisi con la società che deve intervenire, informazioni dettagliate circa i ricambi danneggiati, nonché la posizione del veicolo.

Pablo Barrios, Global Head di Digital Marketing e CRM di SEAT, ha dichiarato: “L’applicazione MY SEAT rappresenta un passo in avanti nel nostro posizionamento all’interno dell’ecosistema dei veicoli connessi. Con questa soluzione è possibile stabilire un dialogo personalizzato e di valore con i clienti, offrendo diversi servizi e vantaggi sia a loro che a SEAT.”

E’ molto importante per un’impresa poter sperimentare soluzioni IoT in questo modo e poter così determinare nuovi fonti di ricavi – ha dichiarato Joan Cavallé, managing director di Accenture automotive practice In questo progetto con SEAT - siamo stati in grado di sviluppare una soluzione per un settore specifico che prova il potenziale dell’IoT nell’ecosistema dei veicoli connessi. Il fatto che interagisca anche con l’ecosistema domestico e con i dispositivi mobili è un’indicazione per il futuro, di quali potenzialità ci saranno nel nostro “mondo connesso” nell’arco di pochi anni.”