Ci sarà più tempo a disposizione per tutti coloro che decideranno di pagare le multe prese per l’infrazione delle norme del codice della strada in modalità online. Questo nuovo provvedimento s’inserisce nel decreto legge “Banche”, approvato lo scorso 6 aprile dai politicanti italiani. Una norma che, secondo quanto stimato da esperti del settore che fanno capo al portale d’informazione giuridica studiocataldi.it, torà evitare in futuro l’invio di oltre 50mila cartelle esattoriali.

Un modo per evitare cartelle esattoriali, ma anche un modo strano di vedere come funzionano le cose oggi. Perché pagare una multa online è sicuramente più rapido e meno stressante che andare in un ufficio postale o in un luogo della polizia locale: l’idea di massima dovrebbe essere di ridurre il tempo per pagarle online o, meglio, ridurne l’importo.

Sta di fatto che, attraverso questo decreto legge, si aggiungono due giorni a disposizione degli utenti per poter pagare le multe, ma solo se lo si fa in modalità online. Addio dunque a maggiorazioni e penali per molti italiani, anche se la “dimenticanza” è sempre dietro l’angolo. E così facendo si permette anche di unire la riduzione del 30% all’allungamento di due giorni del pagamento.

Ora, con il nuovo decreto legge, per usufruire dello sconto del 30% l’accredito dovrà pervenire entro il settimo giorno dalla notifica.