La mappa degli autovelox sulle autostrade e sulle altre direttrici della comunicazione stradale è uno dei documenti maggiormente consultati online.Spesso infatti ci si sposta con un po’ di fretta e cedere alla tentazione di affondare il piede nell’acceleratore è abbastanza frequente. Cosa fare allora? Capire quali sono i punti in cui rallentare e fare attenzione.

Al di là di questo è bene conoscere un po’ di regole per evitare di cadere dal pero nel momento in cui è recapitata presso la vostra abitazione una multa.

Per esempio pensiamo ad una vettura che ha superato i limiti di velocità imposti dal codice della strada o dalla segnaletica specifica. Adesso anche se insieme al bollettino non c’è la foto, la multa va pagata ugualmente.

Che a certificare l’infrazione sia l’autovelox o il tele laser, se non è fornito lo scatto, ma solo la ricevuta con la velocità notificata dall’agente, bisognerà mettersi una mano sulla coscienza e una sul portafoglio.

Questa modifica è stata definita da una sentenza della Corte di Cassazione che ha accolto il ricorso del Comune di Massa Carrara che aveva notificato una multa ad un cittadino. Questo aveva vinto davanti al giudice di pace e in tribunale ma la Cassazione ha cambiato le carte in tavola.