Sul circuito italiano brillano tre stelle: Lorenzo, Pedrosa e Dovizioso che in mezzo a due campioni spagnoli tiene alta la bandiera tricolore. Ma come se la sono cavata gli altri?Abbiamo dato i massimi voti con tanto di lode per il leader ufficiale della classifica iridata, ai tre ragazzi che hanno infiammato il Mugello. Ma come si sono comportati gli avversari.

In quarta posizione nel motogp nostrano, ci è finito Stefan Bradl. Il tedesco, stavolta, ha mancato davvero il podio per un soffio, peccato che non riesca davvero a tenere il passo dei più veloci, almeno fino a questo momento. Ottiene però il miglior piazzamento stagionale: nove ci sta tutto.

In quinta posizione troviamo Valentino Rossi che con le gomme dure risulta molto competitivo, mentre perde terreno e appeal con le gomme morbide. Per Rossi si tratta del miglior piazzamento stagionale sull’asciutto. Soltanto per un errore del compagno di squadra Hayden alla fine è la miglior Ducati della giornata: non più di sette e mezzo.

Hayden, proprio quando sembrava che stesse per riacciuffare Bradl e Dovizioso, sbaglia e va lungo finendo settimo dietro a Crutchlow. Il britannico, invece, lontano da quanto ha saputo esprimere il compagno di squadra in pista, ha già un piede nella Ducati e vuole dimostrare il suo potenziale. Sei sia per Hayden che per Crutchlow.