L’edizione 2014 del Motor Show di Bologna è servita anche per mettere sul piatto il tema dell’elettrico e l’esperienza di Nissan a riguardo. A discuterne con i giornalisti e gli appassionati delle due ruote è stato l’amministratore delegato di Nissan Italia, Bruno Mattucci: “Avere un parco auto elettrico, oggi, è un qualcosa di assolutamente sostenibile. L’auto elettrica non è il futuro, è già il presente – le sue prime parole – oggi una Nissan Leaf costa circa 20.000, costo al quale bisogna aggiungere il noleggio della batteria. E’ lo stesso prezzo di una vettura analoga, dello stesso segmento, al quale aggiungere un canone mensile da 80 euro. Dunque, a conti fatti, il costo di acquisto non è una barriera”.

Nissan Leaf in mostra

Al Motor Show Nissan ha portato e mostrato un’auto molto interessante, la LEAF Nismo RC. IIl primo veicolo al mondo a emissioni zero per il mercato di massa, con performance accessibili per tutti. Certo, quanto proposto è una versione da corsa (RC sta per “Racing Competition”), ma è comunque qualcosa di molto interessante: privata di porte posteriori, sedili di coda, bagagliaio, impianto audio, navigatore satellitare, tappeti e altri comfort e funzioni pratiche, la LEAF Nismo RC conserva tuttavia la somiglianza con LEAF berlina. Tornando a parlare di mobilità sostenibile, Mattucci ha proseguito: “Noi forniamo anche un’ulteriore forma d’acquisto, quella con l’anticipo di 2.500 euro e una rata mensile. Questo perché vogliamo promuovere la mobilità elettrica sostenibile – prosegue – abbiamo visto che c’è una grande concentrazione di popolazione intorno ai grandi centri urbani, dove c’è una grande fame di auto sostenibili. Sicuramente, da qui a breve, ci saranno più vetture nei centri urbani e ci si porrà il problema di rendere sostenibile, appunto, questa disponibilità. Oggi l’unico prodotto che può rispondere a questa necessità è quello elettrico, con sistemi di produzione ed energia rinnovabile. L’obiettivo è realizzare una catena virtuosa, che porterà numerosi vantaggi: diminuzione di CO2, certo, ma anche vantaggi economici per il cliente finale. I costi di manutenzione della Leaf sono ridotti del 30%, il pieno dura 160 km e costa solo due euro, la vettura è riciclabile al 99%. E poi non si paga il bollo e si entra nelle ZTL senza pagare. I vantaggi ci sono, sono reali: quello che dobbiamo fare è abbattere le battere psicologiche sulla mobilità elettrica”. In ultima analisi, è stato presentato il progetto EASY. Nel video qui sotto, Bruno Mattucchi spiega di cosa si tratta.