Al Motor Show 2016, Peugeot presenta i suoi nuovi SUV partendo da Peugeot 3008, che sul mercato italiano sta riscuotendo un successo in termini di acquisizione contratti. Il suo stile interpreta in maniera armoniosa ed equilibrata le caratteristiche necessarie per essere definito SUV: frontale verticale, cofano lungo e orizzontale, linea di cintura alta, elementi di protezione, grandi ruote e barre al tetto profilate. L’interno presenta l’ultima evoluzione del Peugeot i-Cockpit: volante compatto, touchscreen da 8″, sei “toogle switch”, quadro strumenti in posizione rialzata, con schermo da 12,3″, che propone cinque diversi modi di visualizzazione configurabili. Numerosi i sistemi di aiuto alla guida di ultima generazione tra cui Active Safety Brake, Distance Alert, Active Lane Departure Warning, Driver Attention Alert e Active Blind Corner Assist.

Per la prima volta in Italia, sarà esposto anche il nuovo Peugeot 5008, un grande SUV sette posti concepito per essere un veicolo mondiale e un successo internazionale. Con 3008 condivide i tratti da SUV, il Peugeot i-Cockpit e tutte le tecnologie di assistenza alla guida, ma è più lungo, ha un passo di 2,84 m e si annuncia il più abitabile tra i SUV del segmento C. Presente anche l’altro SUV lanciato nel corso del 2016, la Peugeot 2008 che sullo stand del Motor Show 2016 a Bologna, viene proposta in prima assoluta un’inedita versione Black Matt, con un trattamento della verniciatura nero opaco che ne accentua le forme plastiche. Questa versione sarà in vendita a partire dal mese di febbraio 2017.

La gamma trasversale GT Line, presente su 208, 2008, 308 berlina e SW, 3008 e 508 SW, propone un’ampia scelta di motorizzazioni su vetture caratterizzate da allestimenti sportivi e sullo stand è rappresentata da una 208 e una 308 berlina. Sempre una 308, ma stavolta in versione SW, interpreta invece la GT, alla quale sono riservate le motorizzazioni più potenti, con il benzina THP da 205 cavalli oppure il Diesel BlueHDi da 180 cavalli. Sportività e tecnologia sono esasperate nel modello centrale dello stand: Peugeot 308 R HYbrid, per la quale è stata sviluppata una nuova catena ibrida benzina plug-in: THP 1.6 da 270 cavalli più un motore elettrico da 115 cavalli collegato al cambio a 6 rapporti e un motore elettrico con le stesse caratteristiche sul retrotreno. In totale 500 cavalli di potenza e 730 Nm di coppia massima per una vettura che indica la strada di Groupe PSA da percorrere per lo sviluppo dei suoi nuovi veicoli ibridi.

L’area Heritage Peugeot è invece dedicata completamente alla 205, un’auto che ha fatto la storia dell’automobile e una delle auto più vendute nella storia Peugeot, con oltre 5 milioni di esemplari, dal 1983 fino a fine secolo. Al Motorshow 2016 di Bologna è proposta in alcune delle sue realizzazioni più spettacolari, a partire da uno dei 200 esemplari di 205 Turbo 16 “stradali” che Peugeot realizzò per ottenere l’omologazione della 205 Turbo 16 alle competizioni in Gruppo B: nel 1985 e 1986 si aggiudicò due Mondiali Rally Costruttori e Piloti, prima con il finlandese Timo Salonen, poi l’anno seguente con Juha Kankkunen.

I successi sportivi della Turbo 16 hanno contribuito non poco al successo internazionale della 205 GTi, nata il primo marzo 1984, che per lunghi anni ha interpretato il sogno dei giovani di quel tempo, tanto da essere declinata anche in numerose serie speciali. Sullo stand sono presenti due esemplari, una rarissima 1.6 prima serie da 105 cv e una 1.9 con il famoso motore da 130 cavalli. Il 1.6 da 115 cavalli montato su una carrozzeria cabrio diventava una 205 CTi: ne furono prodotte oltre 72.000 in poco più di 10 anni e non poteva mancarne un esemplare rosso a completare l’esposizione.

Nell’area riservata ai test drive, Peugeot mette a disposizione due nuovi SUV 3008, uno con motore benzina PureTech 130 e un Diesel BlueHDi 180, oltre al modello più prestazionale e tecnologico della gamma Peugeot, la 308 GTi by Peugeot Sport, con i suoi 270 cavalli.