Il Motor Show 2015 non ci sarà. Dopo settimane di voci, ora l’annullamento è ufficiale. A comunicarlo è Bologna Fiere che ha rilevato il Motor Show, prima organizzato da terze parti, che ora punta a aggiornarlo e rilanciarlo come l’evento che valorizza tutta la filiera dell’industria automotive e del motorsport in Italia.

Il lavoro di 5 mesi da maggio 2015 ha consentito alla società di mettere a punto un nuovo Motor Show con un progetto pluriennale. L’ accordo di partnership con Autopromotec – organizzatore della più importante piattaforma fieristica dell’automotive – e con ACI Sport può contare sul supporto della filiera dell’automotive e delle associazioni di categoria. Per organizzare al meglio il nuovo evento, Bologna Fiere e i partner hanno deciso di realizzarlo a partire dal 2016, l’anno di riconoscimento della manifestazione nel calendario internazionale OICA, che darà ancora più ufficialità e peso all’evento nei confronti della business community.

Sarà una manifestazione rivolta al pubblico per promuovere le vendite, e generare ‘lead’: per gli appassionati di motori un’esperienza a 360 gradi nel mondo dell’auto e del Motorsport in una dimensione digitale e interattiva per creare una community attiva 365 giorni l’anno: un Motorshow 2.0 che promuoverà la conoscenza delle vetture, delle novità tecnologiche, presenterà tutte le nuove soluzioni anche di componenti e accessori per l’auto connessa ai sistemi della mobilità sostenibile, confrontandosi con le istituzioni e i bisogni dei consumatori.

“Il nuovo Motor Show sarà un evento rivolto al grande pubblico per accompagnare e promuovere il profondo cambiamento tecnologico in atto - ha detto Duccio Campagnoli, Presidente di Bologna Fiere -. Siamo soddisfatti di aver messo insieme un nuovo team con protagonisti nazionali del settore – Autopromotec, Aci Sport e associazioni della filiera – per realizzare un nuovo format, originale, che guarderà alla presentazione delle nuove auto e delle nuove tecnologie dell’eco-sostenibilità, del comfort, della sicurezza per la nuova mobilità. In un momento come questo, confermare e rinnovare l’investimento in un evento nazionale che avvicini il pubblico al mondo dell’auto non è solo un’opportunità ma un dovere”. 

Gli fa eco Renzo Servadei, Amministratore Delegato Promotec Srl: “Gli esperti prevedono che già nel 2017 il mercato dell’auto tornerà a superare in Italia i 2.000.000 di pezzi venduti. Per il raggiungimento di questo obiettivo, un ruolo importante lo avrà il Motorshow un evento appositamente riprogettato per fare incontrare al meglio domanda ed offerta e quindi promuovere le vendite. Il nuovo format darà benefici non solo all’intera filiera dell’automotive, ma anche allo stesso consumatore. L’evoluzione tecnologica corre veloce, e Bologna sarà la vetrina in cui tale evoluzione si potrà vedere, toccare, provare”.

Il Motor Show 2016, in programma dal 3 all’11 dicembre, sarà presentato ai media, agli operatori, alla filiera, ai distretti automotive italiani con un’importante preview il prossimo 4 dicembre.