Non è arrivato il diciassettesimo podio consecutivo per Valentino Rossi che a Misano avrebbe voluto fare qualcosa di più del quinto posto conquistato quest’oggi. Cercando di vedere il bicchiere mezzo pieno, però, è sicuramente un gran risultato: la strana gara, con il meteo protagonista, e la caduta di Lorenzo permettono a Valentino di andare a +23 sullo spagnolo.

Valentino Rossi, dopo essere andato sul podio per salutare i 92 mila tifosi presenti a Misano, ha dichiarato agli organizzatori del gran premio: “È stato molto bello, la coreografia della gente incredibile, fantastico per me e per questo sport. Peccato per la gara, è stata strana, è un peccato che non sia riuscito a salire sul podio, ma grazie per il supporto. Mi inchino”.

Valentino Rossi ha poi lanciato le “saponette” (ginocchiere in plastica che si mettono sopra le tuta, nda) verso i tifosi e ha poi firmato autografi su cappelli e magliette. Forse il “dottore” non sarà felicissimo ma sicuramente più sereno per il campionato.

Il fuoriclasse di Tavullia ha poi dichiarato ai microfoni di Sky: “Sono rimasto un po’ fregato uno o due giri perché vedevo ancora goccioline di pioggia. Per noi che ci giochiamo il campionato ogni scelta va ponderata almeno 5 volte, andavo forte e ho pensato di finire. L’errore di Jorge è positivo per il campionato, ma mi resta un po’ l’amaro in bocca perché volevo questo podio. In condizioni come queste comunque è difficile azzeccare il da farsi”.

“Dovevo rientrare io, dal box fanno fatica a capire, ma è difficile prendere una decisione perché se ricomincia a piovere è un guaio. Io devo pensare al mondiale e fare la scelta giusta, mi marcavo con Jorge e ho fatto un giro di troppo. Marquez ha fatto la scelta giusta, ma Smith per esempio ha azzeccato restando fuori con le gomme da asciutto,  pericoloso. Mentre Redding ha conquistato il podio dopo essere scivolato”.