Ci siamo quasi, il trittico di gare che deciderà, molto probabilmente le sorti della stagione MotoGP 2015 sta per iniziare e il primo gran premio in programma è quello di Motegi, in Giappone, dove Valentino dovrà tenere duro per riuscire a mantenere o ad incrementare il vantaggio di 14 punti nei confronti del suo compagno di squadra Jorge Lorenzo.

“Siamo in viaggio verso Motegi per cominciare una parte molto importante della stagione. Motegi è un pista che mi piace molto. Qui ho fatto delle buone gare in passato e anche l’anno scorso ho vissuto un buon fine settimana, anche se Jorge era più forte di me e quindi ha vinto”.

Dunque, allerta massima in Giappone, perché, secondo il Dottore, il vantaggio in classifica non consente distrazioni o cali di concentrazione. “Per questo motivo dovrò dare tutto, perché ci sono solo 14 punti tra me e lui. Questi possono sembrare molti, ma sono pochi. Dobbiamo dare il massimo perché siamo competitivi, o almeno questo è quello che abbiamo dimostrato fino a questo punto. Ci saranno tre gare di fila e sarà importante non commettere errori, ma allo stesso assicurarsi di ottenere i migliori risultati possibili”.

Dunque, non rimane che attaccare, già dalle prove del venerdì, dove sarà indispensabile sistemare al meglio l’assetto della moto in vista delle qualifiche del sabato, quando sarà fondamentale spingere al massimo e lasciarsi alle spalle la caduta durante i test per le coperture Michelin. “Mi sento bene: ad Aragon durante i test sono caduto ma non ho avuto particolari conseguenze, solo una piccola abrasione sul braccio. Sto bene e sono pronto per la tripletta”

Insomma, il Dottore è pronto, e si avvia verso una tripletta di gare cruciali per la stagione e per la sua carriera, perché potrebbero allontanarlo o avvicinarlo al suo decimo titolo, che a 36 anni suonati sarebbe qualcosa di epico.