Prima il #SepangClash, poi #TheGrandFinale. Due momenti che hanno diviso il motociclismo, gli appassionati e il mondo intero. La gara della MotoGP a Valencia ha deciso il Mondiale vinto da Jorge Lorenzo e a molti addetti ai lavori non è andato giù il fatto che le Honda, anzi Marc Marquez, non abbia attaccato il maiorchino della Yamaha. Il tributo riservato dai piloti e dal paddock a Valentino Rossi la dice lunga sull’umore di chi questo mondo lo vive tutto l’anno.

Tra i commenti che non sono passati inosservati c’è anche quello di Felipe Massa. Il pilota brasiliano della Williams, ai microfoni di Sky, ha parlato di quanto accaduto nel finale della MotoGP: “Sono con Valentino Rossi fino alla morte! Quello che è successo è stato brutto. Un aiuto contro una persona in uno sport che non è di nazionalità e dove ognuno deve correre al massimo per se stesso non deve accadere. Valentino certamente ha sbagliato, ha perso l’opportunità di tenere i piedi dentro (sorride, ndr) ma era incazzato per quello che stava succedendo. Non voglio giustificarlo, ha pagato per quello che ha fatto, ma è brutto quello che hanno fatto questi spagnoli”.

Domenica a Interlagos Massa correrà in casa e sogna di emozionare il suo pubblico: “È sempre un grosso piacere essere qui a correre in casa, dove ho iniziato e dove ho imparato tutto quello che so non vedo l’ora di fare una gara fantastica per fortuna sono riuscito a vincere qui due volte e spero di avere un’altra opportunità di farlo. Sarebbe un sogno. Il terzo posto in campionato avendo un buon margine rispetto al quarto è positivo, ma siamo anche molto dietro sulla seconda, la Ferrari. È stato sicuramente un buon campionato ma noi vogliamo sempre di più e per questo non siamo completamente contenti, ma è comunque una stagione positiva, in moltissime gare abbiamo lottato con i team più grossi ma vogliamo di più per l’anno prossimo”.