Dopo otto mesi e diciassette gare dall’inizio del campionato in Qatar, i protagonisti della MotoGP arrivano a Valencia per l’ultimo round della stagione, il Gran Premio de la Comunitat Valenciana. La gara di domenica sarà seguita dai test ufficiali IRTA che danno ufficialmente inizio alla stagione 2016 e nelle giornate di martedì e mercoledì i due piloti del Ducati Team Andrea Dovizioso e Andrea Iannone potranno continuare il loro lavoro con il nuovo fornitore di pneumatici e lo sviluppo del nuovo software unificato.

Il Ducati Team ha ottenuto due vittorie in MotoGP a Valencia, con Troy Bayliss nel 2006 e con Casey Stoner nel 2008. Per Andrea Iannone sarà la terza partecipazione in MotoGP su questo circuito: nel 2014 il pilota di Vasto si era qualificato in prima fila con il secondo miglior tempo, ma dopo essere stato al comando della gara per alcuni giri, si era poi dovuto fermare ai box per effettuare un cambio moto ed aveva chiuso il GP nelle retrovie.

Iannone è quinto in classifica generale con 188 punti, a due lunghezze da Dani Pedrosa: “Quella di Valencia è una pista favorevole per noi: lo scorso anno con la GP14 sono stato al comando della gara per i primi dieci giri e poi sono rimasto nelle posizioni di testa per altri cinque giri, e quindi conto di poter lottare con i primi anche quest’anno. Credo che la GP15 abbia un buon potenziale a Valencia e io proverò a colmare il distacco di due punti che mi separa da Pedrosa. Per me è molto importante arrivare al quarto posto in campionato e quindi farò la mia gara su Dani, cercando di arrivare davanti a lui”.

Dovizioso ha invece preso il via sette volte alla gara MotoGP di Valencia e il suo miglior risultato è stato un terzo posto nel 2011. Lo scorso anno ha terminato la gara al nono posto dopo essersi qualificato in quarta posizione: “Andiamo a Valencia con la ferma intenzione di ottenere un buon risultato, anche se non sarà facile perché da alcune gare il mio feeling con la GP15 non è lo stesso della prima parte della stagione. Vorrei finire questa stagione nel migliore dei modi”.

A Valencia tornerà in pista anche il collaudatore Michele Pirro, che salirà sulla Ducati Desmosedici GP15 per la terza volta in questa stagione come wild-card. Dopo gli ottimi risultati del Mugello e di Misano in qualifica (in gara è stato fermato da un problema tecnico), Pirro ha ottenuto una strepitosa vittoria in Moto2 sul circuito spagnolo nel 2011: “Sono contento di partecipare all’ultima gara della stagione MotoGP a Valencia, perché per me è molto importante poter confermare i progressi della GP15 e le prestazioni che ho ottenuto, purtroppo solo in prova, a Misano. Mi piacerebbe quindi riuscire a riscattare la sfortuna che ho avuto nel GP di San Marino e sono fiducioso di poter fare un buon weekend”.