L’ultima giornata di test ufficiali a Sepang si è conclusa nel segno di Dani Pedrosa. Ma anche la prestazione di Valentino Rossi, in attesa dell’inizio del Mondiale 2013, conferma il buono stato di forma del Dottore anche se per avvicinare i vari Lorenzo, Pedrosa e Marquez c’è ancora molto da lavorare.

L’obiettivo resta quello di limare ancora qualche decimo per poi giocarsela in gara: “I test sono andati bene, sono contento, anche  se forse sono andato meglio in quelli precedenti in cui ero riuscito a girare  forte – ha detto Rossi ai microfoni di Sky – mentre stavolta ci sono stati piccoli  problemi che ci hanno fatto perdere del tempo. Comunque, il bilancio è  positivo”.

Nella prima tornata in Malesia il pesarese aveva ottenuto tempi migliori  nonostante i fastidi alla spalla: “L’altra volta ho sofferto abbastanza, ma nel  primo test è normale. Dopo 2-3 mesi di inattività in moto sebbene non si smetta mai di allenarsi, tornare in moto pesa soprattutto per me che ormai ho una certa  età scherza Valentino. Questo secondo test è andato molto meglio, anche se qui  in Malesia ci sono 32-33 gradi con 80-90% di umidità e dunque non è il clima  migliore per guidare una moto”.

Rossi ha elogiato le potenzialità della nuova Yamaha: “E’ molto emozionante e divertente, si guida molto bene e il bilanciamento è il nostro punto di forza. Si riesce a portarla al limite e spingere forte, ci manca un po’ di trazione in accelerazione, che è il nostro punto debole. Ci abbiamo lavorato un pò, ma per trovare trazione perdiamo un pò di bilanciamento che è il nostro forte”.

La concorrenza sarà agguerrita ma il Dottore è tornato nella sua ex squadra per provare a tornare vincente: “Ho fatto solo due test, sono ancora un novellino della Yamaha, servono altri chilometri di test per portarla al top. Lorenzo è stato velocissimo, ma anche Pedrosa e Marquez, per stare davanti alle Honda dovremo fare il massimo. Anche Lorenzo è velocissimo, sarà dura stargli davanti, ma ci proveremo, lotteremo. Sono contento perchè gli ultimi due anni sono andato molto male con la Ducati, è stato abbastanza frustrante, ritornare lì davanti è una grande soddisfazione”.