Cala il sipario sul primo banco di prova della MotoGP 2013. La tre giorni di test malesi sul circuito di Sepang va in archivio ancora nel segno di Dani Pedrosa che domina anche l’ultima giornata: il catalano della Honda mette tutti in fila con un tempo di 2’00″100, più veloce anche del crono record dello scorso anno e firmato Jorge Lorenzo.

Alle sue spalle proprio il maiorchino campione del mondo che ha optato per una simulazione di gara chiudendo comunque a 329 millesimi dalla vetta. La bella notizia per tutti gli appassionati è che non sarà una sfida solo tra i due spagnoli: insieme a loro promettono battaglia anche Marc MárquezValentino Rossi che ieri ha confessato di aver chiarito il suo primo grande dubbio.

Se il rookie della HRC ha chiuso quarto dopo aver incappato in una caduta, senza conseguenze, all’altezza dell’ultima curva, il Dottore è apparso in continua crescita: il terzo posto a un solo decimo di distacco dal compagno di squadra è un traguardo quasi insperato alla vigilia.

Nel duello tra Honda e Yamaha potrebbe spesso trovare posto anche Cal Crutchlow, che si aggiudica la sfida “satellite” con Stefan Bradl. Non cambiano le posizioni della top ten che vede ancora indietro le Ducati ufficiali: Nicky Hayden e Andrea Dovizioso girano sugli stessi tempi di ieri e il distacco da Pedrosa supera i 2 secondi. A Borgo Panigale c’è ancora molto da lavorare.

Ecco i tempi della terza giornata:

01 PEDROSA, Dani – Repsol Honda Team – 2’00″100
02 LORENZO, Jorge – Yamaha Factory Racing – 2’00″429 +0″329
03 ROSSI, Valentino – Yamaha Factory Racing – 2’00″542 +0″442
04 MARQUEZ, Marc – Repsol Honda Team – 2’00″636 +0″536
05 CRUTCHLOW, Cal – Monster Yamaha Tech 3 – 2’00″734 +0″634
06 BRADL, Stefan – LCR Honda MotoGP – 2’01″003 +0″903
07 BAUTISTA, Alvaro – Go & Fun Honda Gresini – 2’01″502 +1″402
08 SMITH, Bradley – Monster Yamaha Tech 3 – 2’02″093 +1″993
09 HAYDEN, Nicky – Ducati Team – 2’02″184 +2″084
10 DOVIZIOSO, Andrea – Ducati Team – 2’02″277 +2″177
11 NAKASUGA, Katsayuki – Yamaha Factory – 2’02″616 +2″516
12 ESPARGARO, Aleix – Power Electronics Aspar – 2’02″628 +2″528
13 IANNONE, Andrea – Energy T”I” Pramac Racing Team – 2’02″864 +2″764
14 AKIYOSHI, Kosuke – HRC Test Team – 2’03″082 +2″982
15 LAVERTY, Michael – Paul Bird Motorsport – 2’03″874 +3″774
16 DE PUNIET, Randy – Power Electronics Aspar – 2’04″066 +3″966
17 YOSHIKAWA, Wataru – Yamaha Factory – 2’04″137 +4″037
18 BARBERA, Hector – Avintia Blusens – 2’04″211 +4″111
19 TAKAHASHI, Takumi – HRC Test Team – 2’04″288 +4″188
20 PETRUCCI, Danilo – Came IodaRacing Project – 2’04″531 +4″431
21 ABRAHAM, Karel – Cardion AB Motoracing – 2’04″766 +4″666
22 AOYAMA, Hiroshi – Avintia Blusens – 2’04″915 +4″815
23 CORTI, Claudio – NGM Mobile Forward Racing – 2’05″107 +5″007
24 PESEK, Lukas – Came IodaRacing Project – 2’05″321 +5″221
25 HERNANDEZ, Yonny – Paul Bird Motorsport – 2’05″407 +5″307
26 EDWARDS, Colin – NGM Mobile Forward Racing – 2’05″913 +5″813
27 STARING, Bryan – Go & Fun Honda Gresini – 2’05″970 +5″870

LINK UTILI

Test Sepang – day 1: Pedrosa su Lorenzo, sorpresa Marque

Test Sepang - day 2: Pedrosa non molla, Rossi migliora