L’inizio della seconda tornata di test ufficiali a Sepang è stata condizionata dalla pioggia. Dani Pedrosa ha stabilito il miglior tempo mentre Valentino Rossi è stato rallentato da un problema tecnico che ha costretto il Dottore a scendere in pista con una moto in configurazione 2012 chiudendo comunque a meno di mezzo secondo dalla vetta.

“Per essere il primo giorno non è andata poi così male - ha detto Rossi - ma siamo stati sfortunati perché abbiamo avuto un piccolo problema con la moto che aveva il telaio nuovo, così ci siamo dovuti fermare e utilizzare la moto ‘vecchia’. Abbiamo fatto alcuni test con questa moto utilizzando un solo pneumatico, e sia il mio passo che i miei tempi sul giro non sono stati così male. Aspettavamo il pomeriggio per tornare al lavoro vero e proprio ma è arrivata la pioggia è così abbiamo deciso di fermarci e continuare domani. Se domani piove ancora faremo qualche giro sul bagnato”.

Meno rosea la situazione del team Ducati, con Andrea Dovizioso e Nicky Hayden che hanno realizzato rispettivamente l’ottavo e il nono tempo. I piloti della casa bolognese si sono concentrati sulle modifiche all’elettronica e al telaio delle Desmosedici GP13. Dovi ha chiuso a 1″2 da Pedrosa, tre decimi in meno del suo compagno di squadra: “Oggi sono abbastanza soddisfatto – ha spiegato il forlivese - Il mio feeling con la moto è migliorato e adesso la conosco meglio rispetto al test di due settimane fa qui a Sepang. Oggi abbiamo portato avanti prove di elettronica, facendo anche il confronto fra due moto con configurazioni diverse, una aveva un serbatoio e una distribuzione dei pesi nuovi, anche se purtroppo il tempo a disposizione non è stato molto. Niente di stravolgente ma è stato uno step positivo, anche perché ho usato un solo set di gomme, e quindi il gap che ci separa dai primi è tutto sommato accettabile. Dobbiamo però lavorare ancora sodo sull’inserimento e sulla percorrenza in curva”.