All’indomani del GP d’Italia, Michelin ha effettuato una giornata di test sul tracciato del Mugello in vista dell’ingresso come fornitore unico della MotoGP dal 2016. Stavolta in pista non c’erano i collaudatori delle case ma i piloti ufficiali.

In questa prova, che si concentrava in particolare sulla gomma anteriore, hanno lavorato il duo della Repsol Honda, Marc Marquez e Dani Pedrosa, i rivali della Movistar Yamaha, Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, Alvaro Bautista per Aprilia Racing, e gli italiani del Ducati Team, Andrea Dovizioso e Michele Pirro. Fuori per infortunio Andrea Iannone (Ducati) e Aleix Espargaro (Suzuki) mentre misteriosa l’assenza di Marco Melandri, vicino al divorzio con Aprilia.

Direttore tecnico della Michelin, Nicolas Goubert, ha dichiarato: “Siamo venuti qui due settimane fa con i collaudatori per essere pronti per questa giornata; siamo qui al secondo test con i top rider, un appuntamento molto importante per noi, le valutazioni che ci daranno saranno la chiave del loro successi. I tester, così come gli ufficiali, erano rimasti soddisfatti degli pneumatici posteriori al test di Sepang. Sugli anteriori invece ci hanno chiesto di migliorare alcuni parametri. Avremo dunque quattro diversi coperture anteriori per testare, e solo un paio di posteriori: il profilo sarà sostanzialmente identico rispetto a quello provato a Sepang; ci saranno due varianti per la costruzione e una nuova mescola.”

La copertura con diversa mescola aveva causato diverse cadute nella prima uscita a febbraio in Malesia. Anche al Mugello sono caduti molti big con diversi danni alle moto: Lorenzo alla Materassi, Marquez al Correntaio e Rossi all’Arrabbiata-1. Fortunatamente nessuno ha riportato conseguenze. La dinamica è uguale per tutti: perdita di aderenza della gomma anteriore non appena si forza l’ingresso in curva. Il feeling con le nuove gomme è diverso dalle attuali Bridgestone e la gomma anteriore sembra essere il punto critico per Michelin. Di buono sembrano esserci almeno i tempi (non ufficiali), che per i migliori al Mugello sono stati intorno all’1’47″ basso.