Prima giornata positiva per la coppia MotoGP della HondaMarc Marquez e Dani Pedrosa hanno iniziato mercoledì la tre giorni di test a Jerez de la Frontera e il quattro volte campione del mondo spiega di non aver ancora capito fino a che limite può spingersi con le nuove gomme Michelin: “Ogni volta che scendiamo in pista è sempre interessante perchè abbiamo tanto da provare – ha affermato Marquez – il software e anche le gomme Michelin, perchè è importante capire dov’è il nuovo limite di questa moto. Abbiamo provato il nuovo motore che è simile a quello del test di Valencia, ma non possiamo ancora capire come va fino a quando non faremo parecchi giri per capire come lavora la nuova elettronica. Il software è certamente un passo indietro rispetto al software di Honda a cui siamo abituati, ma dobbiamo lavorarci sopra soprattutto sul controllo di trazione e sul freno motore”.

Pedrosa ha completato 56 giri e all’ultima curva è incappato in una caduta fortunatamente senza conseguenze: “Questa è stata una buona prima giornata, nonostante la caduta nel finale, quando ho frenato forte e ho perso l’anteriore nell’ultima curva. Sono stato il più lento oggi in pista perché non giravo qui dal 2014, così mi sono il mio tempo con le Michelin. Sto confrontando diversi motori, ma anche lavorando sul set-up, visto che non avevo dati. Oggi è stat una presa di contatto. Domani (oggi, ndr) lavoreremo più nel dettaglio su motori, gomme ed elettronica”.