Dimenticatevi la battuta di arresto di domenica a Brno (QUI IL REPORT)Marc Marquez  ha già dimenticato il quarto posto e ha piazzato il record della pista ceca con la Honda versione 2015 dimostrando che non gli manca certo il feeling con questa pista. Un lavoro intenso (ben 65 giri) in cui si è concesso il lusso di dare spettacolo rimanendo in piedi alla curva 11 (la stessa dove Valentino Rossi era caduto in prova) praticamente da sdraiato nonsotante la spalla fosse ormai sull’asfalto.

Colpi di classe di un fenomeno che una crisi in MotoGP non sa neanche lontanamente cosa possa essere. Jorge Lorenzo si vede soffiare il primato con il campione del mondo che fa addirittura meglio della pole position di sabato. E mentre Pedrosa si gode ancora la vittoria, i piloti Yamaha sono chiamati alla difficile missione di colmare il gap con le HRC. Il test del nuovo motore e del nuovo telaio, scambiandoselo durante la giornata, non soddisfa nessuno: “Il motore mi piace, il telaio, invece, ha qualche punto positivo, in frenata e percorrenza, ma peggiora in accelerazione” ha spiegato il Dottore mentre il maiorchino ha sentenziato: “Il motore non dà alcun vantaggio, mentre il telaio è molto buono, soprattutto a centro curva”.

In pista è tornato Loris Capirossi, in qualitá di Bridgestone Safety Advisor, che ha provato 3 moto: la Honda RCV1000R del team Cardion AB Motoracing e le due versioni della Forward-Yamaha con cui il team NGM Forward Racing sta correndo quest’anno: “Mi sono divertito molto – è stato un pó come fosse Natale per me – ha esclamato Capirossi -. Erano 2 anni che non salivo su una MotoGP. Hanno fatto passi avanti nel frattempo. Sono stato piú lento di 4 secondi rispetto al ritmo dei primi: che non è male, per uno che non guida da due anni! I piloti della MotoGP sono davvero fortunati a poter correre con queste moto”.

LEGGI ANCHE

MotoGP 2014 tv Cielo: in chiaro le gare del motomondiale

Classifica piloti MotoGP 2014

Marc Marquez MotoGP: il nuovo fenomeno polverizza record su record