I primi risultati sono soddisfacenti. Dopo la delusione dei test di Sepang, la Ducati (foto sito ufficiale) è tornata in pista per una tre giorni di test a Jerez de la Frontera in cui il team di Borgo Panigale, come spiegato da Bernhard Gobmeier, prosegue a piccoli passi cercando di migliorare il suo progetto. Presente in Andalusia, oltre al collaudatore Michele Pirro, anche il pilota del Pramac Racing Team, anche Andrea Iannone, inviato in Spagna per dare ulteriori input allo sviluppo della Desmosedici GP13.

I piloti hanno percorso oltre 5oo km complessivamente per ogni giornata. Numerose le soluzioni testate sulle moto “laboratorio”, soprattutto alcune nuove componentistiche a livello di telaio. I riscontri sono stati positivi e hanno rispettato in pieno le attese della vigilia.

Inoltre i piloti hanno provato anche strategie elettroniche diverse che hanno dato un buon esito, lasciando la squadra soddisfatta dei risultati.  Soluzioni che poi dovrebbero essere testate dai due piloti ufficiali Nicky Hayden e Andrea Divizioso nel secondo test di Sepang dal 26 al 28 febbraio.