Mancano solo due settimane all’inizio della stagione di MotoGP 2016 che prende il via ufficialmente il 1 febbraio a Sepang con i primi test stagionali. In attesa di tornare in sella, Marc Marquez è sceso in pista per saggiare le doti della nuova Honda Type R, insieme al compagno Dani Pedrosa, e ad altri piloti come Toni Bou e a Tiago Monteiro.

Per l’occasione il pilota catalano della Honda ha concesso una breve intervista a Sport.es in cui ha smorzato i toni dopo che il suo fan club italiano ha fatto sapere di non presentarsi al Mugello nel 2016 per le possibili ritorsioni da parte dei tifosi di Valentino Rossi: “Questa polemica non mi tocca. Credo che al Mugello succederà nulla, gli appassionati vanno in circuito per vedere le corse e anche a Valencia non è successo nulla nonostante sui social network venisse promossa una ‘guerra’ che incendia gli animi. Sono sicuro che una volta tornati in sella le polemiche spariranno.”

Marquez ha poi fatto il punto sullo sviluppo della nuova Honda anche se con la nuova centralina unica Magneti Marelli e le gomme Michelin cambieranno molte cose: “E’ difficile farsi un’idea della moto quando non si è ancora messa a punto l’elettronica. Questa sarà la chiave e sarà importante avere una buona base per progredire. Abbiamo lavorato anche sul motore per renderlo più docile”. Il ruolo degli pneumatici sarà molto importante: “L’elettronica è uno stesso problema per tutti quindi penso che sarà fondamentale capire le gomme, soprattutto l’anteriore che da diverse risposte alle stesse condizioni”.

Per l’inizio di stagione MM93 teme soprattutto le Ducati: “Sarà difficile avere la moto a punto nelle prime gare e le Ducati, comprese quelle satellite, potranno essere la sorpresa e vincere delle gare”. Sul ritorno di Casey Stoner come tester e forse, in futuro, anche in qualche gara, Marquez la prende larga: “Stoner si diverte a provare nei test, ma non so che intenzioni abbia per il futuro”. Qui l’intervista completa.