Assen è passata la storia per due motiv: il ritorno al successo di Valentino Rossi e la straordinaria impresa di Jorge Lorenzo. E se per Ducati il weekend è da dimenticare, con Dovizioso decimo e Hayden undicesimo, la casa italiana pensa al 2014 dopo che Honda e Yamaha hanno già dato ufficialità ai propri piani. Borgo Panigale prepara una Production Bike per la prossima stagione come spiega Paolo Ciabatti al sito ufficiale MotoGP.

“Dall’introduzione dei nuovi regolamenti che permetteranno un prototipo MotoGP di correre nella categoria conosciuta come CRT utilizzando la centralina unica con software Magneti Marelli stiamo considerando la possibilità di rendere disponibile la GP13 con questo pacchetto perché ci sarà un vantaggio in termini di carburante (24 litri invece di 20) e di motori (12 invece di 5) e nessun tipo di blocco per lo sviluppo del motore. Pensiamo che possa essere un pacchetto interessante per alcuni dei team privati o satelliti. Ci stiamo lavorando e idealmente ne renderemo disponibili quattro, anche se ancora è tutto da decidere”.

Il MotoGP project director Ducati ha confermato che potrebbero convivere 8 Ducati sulla prossima griglia di partenza 2014, quattro ufficiali e quattro “Production”: “È possibile, ma è ancora tutto da decidere. Dovremo anche parlare con Pramac con cui cercheremo la miglior soluzione e poi parleremo con altri team. Arriveremo al Sachsenring con le idee chiare e una proposta possibilmente scritta, con l’obiettivo di chiudere i progetti 2014 prima di Laguna”.

Paolo Sperati su @Twitter e @Facebook

LINK UTILI

MotoGP Assen 2013: il ritorno di Valentino Rossi

Il Dottore guarisce nell’Università del Motociclismo

Giù il cappello di fronte a Lorenzo

Frattura della clavicola per il campione del mondo

Lorenzo e il casco di Anna per i più sfortunati

MotoGP Catalunya 2013: fantastico successo del maiorchino