Doveva essere ancora claudicante e in difficoltà dopo l’incidente di Aragon. Invece Dani Pedrosa l’ha fatta da padrone nella prima giornata di prove libere a Sepang dominando entrambe le sessioni e trovando anche un discreto miglioramento nei tempi rispetto a questa mattina. Nonostante la pioggia arrivata nella pausa, i giri pomeridiani sono su pista asciutta ma non bastano a Marc Marquez per avvicinare il compagno: il leader del Mondiale chiude secondo a 533 millesimi. <

Dopo settimane di navigazione a bassa quota, la miglior Yamaha del plotone torna ad essere quella satellite di Cal Crutchlow mentre Valentino Rossi si conferma in quarta posizione dimostrando di essere a suo sulla pista malese. Stavolta le difficoltà sembra incontrarle il campione del mondo Jorge Lorenzo che non riesce a migliorare il crono di questa mattina e accusa un ritardo da Pedrosa superiore al secondo. Il weekend della svolta non inizia nel migliore dei modi per il maiorchino che si trova momentaneamente dietro anche ad Alvaro Bautista, protagonista anche dell’unica caduta della sessione.

Pedrosa è soddisfatto ma confessa di non essere per niente al top: “Avverto ancora dolore quando mi siedo sulla moto perché il sellino è duro, dovrò prendere qualche anti-infiammatorio per alleviare la sofferenza e magari metterò un po’ di schiuma per ammorbidire la sella ed assorbire meglio gli impatti”. Non demorde nemmeno Rossi: “I nostri rivali sono leggermente più veloci, ma visto che Jorge nelle ultime gare è sempre stato con loro, proverò ad esserci anch’io. Non siamo così lontani, c’è un gap da recuperare assolutamente”.  Lorenzo, invece, è un po’ preoccupato: “Stiamo cercando di capire cosa sia successo oggi perché non avevo assolutamente feeling a centro curva. La moto scivolava troppo ed era molto aggressiva. Dobbiamo cambiare rapidamente per essere competitivi domani”. 

Paolo Sperati su @Twitter e @Facebook