Dopo il weekend olandese di Assen, il Ducati Team si trasferisce in Germania per il nono round del Mondiale MotoGP, che segna il giro di boa del campionato 2015. La gara è in programma sul circuito del Sachsenring, vicino alla città di Chemnitz, nell’ex Germania dell’Est. Il tracciato teutonico è uno dei circuiti più corti e lenti del calendario, ma è comunque una pista impegnativa. La sua configurazione anti-oraria contiene alcune curve particolari, quasi tutte a sinistra, oltre a vari saliscendi e dislivelli.

Andrea Dovizioso, che ad Assen ha raggiunto l’importante traguardo di 230 Gran Premi disputati in tutte le categorie, ha ottenuto sul tracciato tedesco un podio in MotoGP nel 2012 classificandosi al terzo posto: “Nelle ultime due gare forse abbiamo perso un po’ di velocità rispetto ai nostri avversari – ha detto il Dovi -. Anche se il mio compagno di squadra è stato autore di una buona gara ad Assen, è comunque arrivato al traguardo con un certo distacco dai primi. L’impressione è che i nostri avversari abbiano migliorato le loro prestazioni, incrementando il gap. Comunque ogni pista ha caratteristiche diverse, e noi proveremo a riavvicinarci al Sachsenring. A mio parere il circuito tedesco è un po’ troppo corto e stretto per la MotoGP ma in ogni caso la GP15 si sta rivelando competitiva su ogni circuito e noi dobbiamo continuare a lavorare per ottenere il miglior risultato possibile ogni weekend”.

Dodici mesi fa anche Andrea Iannone è stato autore di una bella gara, terminando al quinto posto con la GP14 del Team Pramac Racing. Ora vuole fare ancora meglio: “La gara di Assen è andata abbastanza bene e sono riuscito a ottenere un buon quarto posto – ha spiegato il pilota di Vasto -. Adesso andiamo al Sachsenring per il prossimo round, una pista strana, corta ma molto bella. Lo scorso anno con la GP14 non è andata male, ma quest’anno sono convinto di poter fare meglio perché corro nella squadra ufficiale e la Ducati GP15 è molto competitiva. Spero sia un buon weekend e come sempre darò il massimo per me e per la mia squadra”.