Il Mugello è il regno di Valentino Rossi, atteso come non mai, e osannato come un re delle moto qual è, il Dottore è il personaggio più cercato per le interviste e in una di queste ha parlato dei giovani del motomondiale, con un riferimento in particolare alla sua struttura, l’Acedemy, che gli sta dando grande soddisfazione.

Tra le nuove leve, il numero 46 sembra essere stato stregato dal talento di Bulega, così giovane e così maturo da fare grandi cose sin dal suo esordio in Moto3. “Penso che abbiamo un discreto numero di talenti nella nostra Academy. La prima impressione è che Bulega sia incredibile. E’ molto forte anche se è molto giovane. Ha un grande potenziale, perché ha un grande talento e la testa giusta per provare a vincere”.

Ma ovviamente non dimentica il fratello. “Sinceramente per me è una grande sorpresa anche mio fratello, ma tutti i ragazzi in Moto2. Luca appunto, ma anche Morbidelli e Baldassarri stanno facendo davvero un grande lavoro, quindi siamo contenti”.

E poi afferma che la cantera italiana è comunque molto vasta e funziona bene. “Mi piace passare il tempo con questi ragazzi molto giovani, che hanno tutti tra i 16 ed i 20 anni, ed è un progetto molto interessante. Ci stiamo lavorando tanto e devo dire che è divertente, ma che ci sta anche portando risultati importanti sia in Moto3 che in Moto2. Quindi siamo felici”.

Insomma, l’Academy è forse il segreto dell’eterna giovinezza di Valentino. “Tutto è più semplice, tutto è più divertente, specialmente l’allenamento in palestra, ma anche quando andiamo in moto tutti insieme. Il tempo passa più velocemente”.