Spettacolo al Mugello, Valentino Rossi conquista una pole position incredibile che mancava, su questa pista, da molti anni. Il “dottore”, nel Q2, era rientrato ai boxe per resecare la moto e cambiare gli pneumatici per poi uscire quando mancavano poco più di tre minuti al termine della sessione, sembrava impossibile ed invece il fenomeno di Tavullia, in sella alla sua M1, ha conquistato la pole con il tempo di 1:46.504.

Dietro il nove volte campione del mondo è arrivato Mavericks Vinales, fresco della firma del contratto con la Yamaha che lo porterà ad essere il compagno di squadre di Valentino Rossi nella prossima stagione. La prova dello spagnola è stata anche questa volta entusiasmante a conferma del talento di questo pilota che ha solo 21 anni. A chiudere la prima fila ci pensa Andrea Iannone, un altro che lascerà il proprio team al termine della stagione a favore, guarda caso, della Suzuki che lo precede sulla griglia di partenza. Il ducatista ha dominato le libere e anche la prima parte della Q2 chiudendo subito i primi giri con tempi eccellenti ma poi Vinales e Rossi lo hanno incalzato.

La seconda fila del Mugello è colorata di giallo rosso, tre piloti spagnoli su tre moto differenti: la quarta posizione è occupata da Marc Marquez in sella alla sua  Honda RC213V che nell’ultimo giro valevole per la pole position lo ha tradito, “sbacchettando” all’ingresso di una curva e facendoli perdere molti decimi di secondo. Jorge Lorenzo porta la sua M1 in quinta posizione e, visto com’era andata la Q1 (decimo posto), bene cosi anche se dal suo sguardo, al termine della sessione, si percepiva tutta la sua delusione. Chiude la seconda fila Aleix Espargarò con la sua Suzuki. Il team di Brivio sta dimostrando di essere molto competitivo di aver “sfornato” due piloti molto veloci e di talento.

Gli altri italiani al Mugello si piazzano leggermente nelle retrovie: in terza fila troviamo Danilo Petrucci, al nono posto, Pirro in undicesima e addirittura Andrea Dovizioso partirà dalla tredicesima casella, lontanissimo dai primi.