Il GP del Qatar è stato un vero spettacolo. Il meraviglioso successo di Valentino Rossi, il 70esimo nella classe regina, non ha messo in secondo piano la prova superlativa delle Ducati: Andrea Dovizioso, partito dalla pole position, è scattato in testa ed ha mantenuto il comando della gara per il primo giro, prima di una battaglia appassionante con Lorenzo, prima, e quella con Rossi, poi. Alla fine è arrivato un secondo posto a 174 millesimi dalla vittoria.

MotoGP Qatar 2015, Dovi sfiora l’impresa

Un appuntamento solo rimandato: “Questo è davvero un risultato speciale per la Ducati e per me, dopo tutto quello che abbiamo sofferto negli ultimi anni, e premia il lavoro che abbiamo fatto insieme per arrivare a questo punto. Non mi sarei mai aspettato di essere così competitivo già alla prima gara, e il risultato è veramente straordinario. Voglio ringraziare tutti gli ingegneri e le persone che a Bologna hanno reso possibile preparare la moto in tempo per i test di Sepang 2, i meccanici che hanno lavorato tante ore durante questo weekend e tutti i ragazzi di Ducati Corse per l’impegno che hanno messo in questo progetto. Iannone ed io siamo riusciti a portare due Ducati sul podio ed è un risultato davvero speciale, ma soprattutto credo che questo sia solo un punto di partenza per il futuro”.

MotoGP Qatar 2015, primo storico podio per Iannone

Andrea Iannone, partito dalla seconda fila, è invece passato sul traguardo al terzo posto alla fine del primo giro ed ha mantenuto la posizione fino al dodicesimo giro, quando è stato superato da Rossi in rimonta ma ,con il sorpasso ai danni di Lorenzo, ha conquistato il primo podio della carriera in MotoGP: “E’ veramente incredibile avercela fatta al mio esordio in gara come pilota ufficiale Ducati. Dovi ed io siamo arrivati secondi e terzi con le nuove GP15, e non mi aspettavo di essere già così competitivo alla prima gara, per cui è davvero una sensazione fantastica. A casa i ragazzi di Ducati Corse hanno fatto un grandissimo lavoro questo inverno, ed io devo tanto a loro. E’ dal 2013 che sono supportato da questo grande marchio, che mi ha aiutato a crescere e mi ha insegnato tante cose, e quindi questo mio primo podio lo dedico tutto a loro”.

MotoGP Qatar 2015, Dall’Igna voleva vincere

La nuova Ducati Desmosedici GP15, dopo aver brillato nei test e in qualifica, è promossa a pieni voti anche in gara. Anche se avrebbe potuto portare a casa il successo: “E’ sicuramente una grandissima emozione avere due piloti sul podio con la nuova GP15 - ha detto Gigi Dall’Igna, Direttore Generale Ducati Corse -. Sono veramente contento soprattutto per i ragazzi di Ducati Corse che hanno fatto un grandissimo lavoro a casa, progettando, disegnando e costruendo la nuova moto veramente in pochissimo tempo durante questi ultimi mesi. Probabilmente potevamo anche vincere e non esserci riusciti mi lascia un po’ di amaro in bocca, ma il risultato è comunque fantastico e sono sicuro che riusciremo a raggiungere il nostro obiettivo nelle prossime gare”.