Continuano i test della MotoGP a Sepang con Lorenzo in gran spolvero e le Ducati protagoniste. Infatti, nella seconda giornata di prove collettive, ecco che Danilo Petrucci ha compiuto un autentico exploit con la due ruote di Borgo Panigale del team Pramac.

Il pilota italiano è in cima alla lista dei tempi del pomeriggio della seconda giornata, davanti ad Hector Barbera e ad un irriducibile Lorenzo. Marquez gravita in quarta posizione, mentre Pedrosa e Valentino si trovano, rispettivamente, in ottava e nona posizione.

Dunque, il pesarese non è ancora al top o, almeno non è concentrato sulla prestazione assoluta, così come Dovizioso che si trova al 12esimo posto di giornata, dietro a Stoner, mentre Iannone gravita in sesta posizione.

Insomma, i piloti stanno prendendo sempre più confidenza con le gomme Michelin e con le nuove moto, e per esorcizzare il caldo umido della Malesia, Valentino Rossi si è presentato in pista con un casco che ha per tema grafico un pupazzo di neve.

Ora però, i tifosi attendono che la sua guida diventi più sciolta e gli consenta di risalire posizioni nella classifica dei tempi per sperare in una lotta ad armi pari con Lorenzo e Marquez. Anche se non bisogna sottovalutare le Ducati, apparse in gran forma e forti dell’esperienza di Casey Stoner, il quale saprà fornire indicazioni utili per lo sviluppo della moto.

Intanto, il gommista francese ha i suoi grattacapi, visto che Loris Baz è volato in rettilineo a ben 250 km/h, un episodio che fa riflettere su quanto sia difficile realizzare delle mescole performanti per le esigenze delle moderne MotoGP. Fortunatamente, il pilota non ha riportato conseguenze fisiche, ma poteva finire molto peggio.

Vedremo come i team reagiranno a queste prestazioni e come si orienteranno per le sessioni successive in cui andranno ad evolvere ulteriormente le loro due ruote per il 2016. Intanto Lorenzo si conferma un autentico martello a suon di giri veloci.