Il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini è una bolgia gialla di 158 mila e 396 ingressi in tre giorni con un solo numero a spopolare su tutti gli altri, il 46 di Valentino Rossi. In un clima incredibile, però, è l’inatteso Dani Pedrosa a spuntarla e vincere con una scelta degli pneumatici discutibile (morbida davanti) riesce a passare il dottore a 7 giri dalla fine della gara, riuscendo ad allungare sul beniamino di casa e a tagliare il traguardo per primo.

Valentino Rossi è riuscito a partire molto bene dalla griglia di partenza e dopo qualche giro riesce a superare Jorge Lorenzo e a portarsi in testa alla corsa. Proprio questo sorpasso di Rossi ha dato molto fastidio allo spagnolo che in conferenza stampa ha dichiarato “aggressivo” l’atteggiamento di Rossi che ha prontamente ribattuto. Onestamente, il sorpasso di Rossi non sembrava nemmeno vicino al limite, non meno di altri centinaia di sorpassi che vengono fatti in un Gran Premio del Motomondiale.

Lo spagnolo della Yamaha ha chiuso il podio e si è detto comunque soddisfatto per essere tornato in alto. Il maiorchino è partito dalla prima casella ed è per questo che sabato, dopo le qualifiche, è stato premiato da Tissot, di cui è Ambassador, con un bellissimo ed elegante Tissot T-Touch Expert Solar per aver conquistato la pole position, la 64° della carriera per Lorenzo. I Tissot Pole Position Awards sono stati consegnati dal conduttore radiofonico e televisivo Federico Russo ai tre polemenBinder, Zarco e, appunto, Lorenzo.

Senza grossi rischi ed affanni Marc Marquez chiude al quarto posto, lontano dai primi tre ma comunque ha, anche questa volta -grazie al compagno di squadra- ridotto al minimo i danni. Ora i punti di vantaggio su Valentino Rossi sono 43 e mancano soltanto 5 gare al termine del campionato. Il quinto mondiale per Marc Marquez è sempre più vicino.

Le due Ducati chiudono al sesto e al settimo posto con Andrea Dovizioso, non distante da Mavericks Vinales (quinto), e Michele Pirro, sempre disponibile e utile alla causa Ducati. Il passo gara è una cosa differente dalle qualifiche e dalle libere ma il suo weekend è stato davvero di ottimo livello. Petrucci, invece, è apparso fuori forma e ha chiuso in undicesima posizione.

In conferenza stampa Rossi si è detto “soddisfatto per il podio”. Il marchigiano dopo il sorpasso di Lorenzo e l’allungo iniziale pensava di poter vincere sul circuito dedicato a Marco Simoncelli (la seconda bandiera più presente a Misano dopo quella del dottore) “ma poi è arrivato Pedrosa…”.

Da segnalare la seconda posizione di Enea Bastianini in Moto3 e la prima, grande vittoria di Lorenzo Baldassarri in Moto2. Tre italiani sul podio nelle tre categorie del Motomondiale, una ottima consolazione per il Gran Premio di Misano.