Era il favorito numero uno. E non ha tradito le attese. Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP) ha dominato la gara della MotoGP al Mugello confermandosi il re del Gran Premio d’Italia dove centra il quarto successo negli ultimi cinque anni. Il maiorchino ha imposto il suo ritmo dall’inizio alla fine precedendo di oltre sei secondi un magistrale Andrea Iannone (Ducati Team) che, nonostante il dolore che si porta dietro alla clavicola sinistra, coglie un secondo posto davanti al proprio pubblico ottenendo il suo miglior risultato in MotoGP.

Sorride anche Valentino Rossi, terzo dopo una partenza da dimenticare che lo aveva fatto scivolare al tredicesimo posto. Lentamente il Dottore ha risalito la china fino al quinto posto conquistato con un bel sorpasso ai danni di Dani Pedrosa. Chi, invece, dal 13esimo è balzato in seconda posizione è stato Marc Marquez prima di perdere l’anteriore e uscire di scena mentre si trovava in bagarre con Iannone. Costretto al ritiro, per problemi tecnici, Andrea Dovizioso che avrebbe certamente potuto piazzare la seconda Ducati sul podio. La Honda limita i danni col quarto posto di Pedrosa davanti alle M1 di Bradley Smith e Pol Espargarò (Monster Yamaha Tech3).

Settima posizione per la GSX-RR di Maverick Viñales (Szuki Ecstar) che precede le Desmosedici del collaudatore di Borgo Panigale, Michele Pirro, che vince il derby contro le altre rosse di Danilo Petrucci e Yonny Hernandez (Octo Pramac Racing). Cadute, fortunatamente senza conseguenze per Aleix Espargarò e Cal Crutchlow. Ultima l’Aprilia di Marco Melandri mentre il compagno Alvaro Bautista ha centrato la zona punti.

MotoGP Mugello 2015 gara, l’ordine d’arrivo

1 25 99 Jorge LORENZO SPA Movistar Yamaha MotoGP YAMAHA 41’39.173 173.7
2 20 29 Andrea IANNONE ITA Ducati Team DUCATI 41’44.736 173.3 5.563
3 16 46 Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP YAMAHA 41’45.834 173.3 6.661
4 13 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team HONDA 41’49.151 173.0 9.978
5 11 38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 YAMAHA 41’54.457 172.7 15.284
6 10 44 Pol ESPARGARO SPA Monster Yamaha Tech 3 YAMAHA 41’54.838 172.6 15.665
7 9 25 Maverick VIÑALES SPA Team SUZUKI ECSTAR SUZUKI 42’02.978 172.1 23.805
8 8 51 Michele PIRRO ITA Ducati Team DUCATI 42’08.325 171.7 29.152
9 7 9 Danilo PETRUCCI ITA Octo Pramac Racing DUCATI 42’11.181 171.5 32.008
10 6 68 Yonny HERNANDEZ COL Octo Pramac Racing DUCATI 42’13.744 171.4 34.571
11 5 45 Scott REDDING GBR EG 0,0 Marc VDS HONDA 42’17.726 171.1 38.553
12 4 76 Loris BAZ FRA Athinà Forward Racing YAMAHA FORWARD 42’21.331 170.8 42.158
13 3 8 Hector BARBERA SPA Avintia Racing DUCATI 42’23.974 170.7 44.801
14 2 19 Alvaro BAUTISTA SPA Aprilia Racing Team Gresini APRILIA 42’29.608 170.3 50.435
15 1 50 Eugene LAVERTY IRL Aspar MotoGP Team HONDA 42’32.233 170.1 53.060
16 63 Mike DI MEGLIO FRA Avintia Racing DUCATI 42’54.438 168.6 1’15.265
17 17 Karel ABRAHAM CZE AB Motoracing HONDA 42’54.554 168.6 1’15.381
18 33 Marco MELANDRI ITA Aprilia Racing Team Gresini APRILIA 43’21.013 166.9 1’41.840

Non classificati
35 Cal CRUTCHLOW GBR CWM LCR Honda HONDA 36’25.980 172.7 3 laps
93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team HONDA 30’54.340 173.1 6 laps
4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team DUCATI 23’40.721 172.7 10 laps
6 Stefan BRADL GER Athinà Forward Racing YAMAHA FORWARD 5’36.736 168.2 20 laps
69 Nicky HAYDEN USA Aspar MotoGP Team HONDA 5’36.942 168.1 20 laps
41 Aleix ESPARGARO SPA Team SUZUKI ECSTAR SUZUKI 3’45.870 167.1 21 laps
43 Jack MILLER AUS CWM LCR Honda HONDA 3’48.048 165.5 21 laps
15 Alex DE ANGELIS RSM E-Motion IodaRacing Team ART 3’52.933 162.1 21 laps