Dopo il successo di Pedrosa a Le Mans, al Mugello trionfa in solitaria Jorge Lorenzo. Andiamo a dare i voti ai protagonisti della gara di Le Mans.

Jorge Lorenzo 9,5: Il campione del mondo si proclama nuovo re del Mugello calando una tripletta che non si vedeva dai tempi di Rossi (ironia della sorte). Per il maiorchino una prestazione perfetta con riferimenti cronometrici strepitosi. Conduce una gara solitaria senza sbagliare nulla e ribadendo che quando la Yamaha è a posto non ce n’è per nessuno. Mostruoso.

Cal Cructhlow 8: Altro splendido podio per il pilota inglese che dimostra, se ancora ce ne fosse bisogno, di avere talento e una lucida follia. Rimonta con caparbietà e mette pressione a Pedrosa e per poco non lo riprende. Alla fine un terzo posto da incorniciare per il pilota privato che si merita sempre più una moto ufficiale. Certezza. 

Dani Pedrosa 7,5: Non fosse stato per Lorenzo avrebbe calato il tris dopo Le Mans e Jerez. Marquez lo supera e sembra averne di più fino alla caduta ma il veterano catalano è premiato dalla mancanza di errori e da una regolarità che può valere il Mondiale. Una pole e un secondo posto prezioso. La strada è lunga ma Camomillo ha tutti i mezzi per farcela. Garanzia.

Andrea Dovizioso 6,5: ”Abbiamo fatto il massimo” alias questa Ducati di più non può andare. Il Dovi, dopo aver accarezzato il sogno del successo a Le Mans, chiude al quinto posto al termine di un duello serrato con un Bradl ritrovato (7) confermandosi la prima D16 al traguardo. Costante.

Marc Marquez 6: Weekend difficile per ‘Cabroncito’ che non fosse stato per la caduta avrebbe centrato il quinto podio su cinque gare. E dopo la botta terribile di venerdì tanto di cappello. Il rookie ha stoffa, determinazione e coraggio da vendere ma deve imparare a gestirsi. Se lo farà saranno guai grossi per tutti. Attempato.

Valentino Rossi 5: Nessun ultimo treno, nessun podio, nessun Dottore che ti aspetti. Sul suo circuito VR46 è autore dell’ennesima pessima qualifica. La brutta partenza gli complica ulteriormente le cose fino all’arrivo di Bautista che decide di fargli finire in anticipo la gara. Il voto è fino alla mesta uscita di scena. Disperso.

Paolo Sperati su @Twitter @Facebook

LINK UTILI

Gara: Lorenzo strepitoso, Pedrosa è secondo

MotoGP Mugello 2013: carissimi i prezzi di un biglietto

Qualifiche: pole e record di Dani Pedrosa

Prove del venerdì: paura per Marquez

GP Francia: la Ducati sogna ma vince Pedrosa

Valentino Rossi a fine carriera sulle auto