Dopo il gran premio di Austin della MotoGP, la situazione nella classifica generale appare stravolta rispetto alle previsioni iniziali, con Marquez che rappresenta l’autentica sorpresa di questo inizio di stagione. Il pilota spagnolo infatti, ha un buon margine sui suoi inseguitori.

D’altra parte, i numeri parlano chiaro, e i 66 punti di Marquez adesso fanno paura, visto che Lorenzo, il secondo nella graduatoria riservata ai piloti, gravita a 21 punti, mentre Valentino Rossi, è distante ben 33 lunghezze dalla vetta.

Certo, vedendo la situazione generale, e pensando agli ultimi due gran premi, spiace vedere Dovizioso con 23 punti, ma il campionato è ancora lungo e, sfortuna permettendo, il Dovi avrà tante occasioni per rifarsi. Chiaramente, la sorpresa di questi tre gran premi, a parte una Ducati finalmente in grado di stare con Honda e Yamaha fino al termine delle gare, è rappresentata dalla moto della Casa Alata.

Durante i test infatti, Marquez faceva fatica, e non poco, per cui in pochi pensavano all’exploit di inizio stagione, ma a quanto pare lo spagnolo ha capito come sfruttare al meglio il potenziale della Honda e, soprattutto, i nuovi pneumatici Michelin.

Proprio le mescole del Costruttore transalpino sembrano mettere in crisi Valentino Rossi, visto che lo stesso fenomeno di Tavullia ha dichiarato che non perdonano. Magari su piste più amiche il Dottore avrà modo di prenderci maggiore confidenza.

Intanto, Marquez vola in classifica favorito dal suo talento, da una moto che gli consente di sfruttare a pieno le nuove gomme, ma, soprattutto, da un’atmosfera tesissima al box Yamaha ed altrettanto instabile in quello Ducati.

Ecco, forse è proprio la situazione mentale quella che in questo momento consente a Marquez di dominare la scena e di allungare sugli avversari, alle prese anche con feroci battaglie psicologiche.

Certo, il circuito di Austin è un feudo del pilota HRC e la gara di ieri della MotoGP l’ha dimostrato per l’ennesima volta, per cui c’è tanta curiosità di vedere se nelle altre piste la classifica potrà accorciarsi per non rischiare di ammazzare subito il campionato 2016.