Se c’è un pilota che può andare soddisfatto più degli altri dell’esito dei test di Sepang, quello è Jorge Lorenzo; il campione del mondo, nonostante il successo nel mondiale 2015, non ha perso la voglia di vincere e di primeggiare anche nei giri veloci. Così, ha lasciato tutti dietro, chiudendo le prove collettive con il tempo di 1’59”580.

“Sono contento della tre giorni di test che abbiamo disputato qui a Sepang. Fatta eccezione per la giornata di ieri, in cui sono stato anche protagonista di una caduta, ho sempre chiuso le giornate davanti a tutti, con il miglior tempo. Sono riuscito ad avere almeno un secondo di vantaggio su tutti gli altri piloti ed è molto bello aver terminato i test in questa maniera, un privilegio”.

Da segnalare il grande feeling con le gomme Michelin, che hanno consentito al maiorchino di spingere senza tante preoccupazioni. “Per quanto riguarda le gomme mi trovo bene, specialmente con quelle anteriori. Michelin ha fatto un ottimo lavoro con queste nuove specifiche. Ora ho molta più confidenza rispetto ai test di Jerez de la Frontera di fine 2015. Sono diverse dalle Bridgestone ma si sono avvicinate molto. Mi trovo molto bene e credo siano un passo avanti netto rispetto a quelle provate qualche mese fa, soprattutto con le ultime due specifiche che ho provato”.

Il campione del mondo, comunque, ha continuato ad affinare la sua Yamaha M1. “Abbiamo lavorato ancora sull’elettronica, sull’assetto della moto e sulla comprensione delle gomme, apportando ancora qualche piccola modifica. Oggi non ho provato la moto 2016, ma mi sono concentrato sulla versione ibrida a causa del poco tempo e della pioggia. Le volte che ho guidato la nuova moto non ho riscontrato vantaggi rispetto a quella dello scorso anno. Sono certo che a Phillip Island sarò ancora più forte e certamente in grado di portare a termine varie simulazioni gara”.

Gli avversari sono avvisati: Lorenzo è ancora l’uomo da battere per il 2016.