Cinque su cinque. Un mostro. Che straccia tutti gli avversari e demolisce record su record. Anche a Le Mans. Marc Marquez firma il primato della pista che apparteneva a Dani Pedrosa dal 2008 e conquista la sua quinta pole stagionale. E lo fa alla prima uscita, come se fosse la cosa piú naturale da fare in sella alla sua Honda. Tenta di rispondergli subito Jorge Lorenzo ma il maiorchino resta lontano dal fenomeno di Cervera e chiude solo sesto, staccato di oltre otto decimi. Meglio di lui anche il compagno Valentino Rossi che chiude nella top five, dietro a un ritrovato Stefan Bradl (LCR Honda).

Le Ducati conferma la competitività in qualifica con l’ottimo terzo posto di Andrea Dovizoso, che regala a Borgo Panigale la prima fila mentre il compagno Crutchlow è solo dodicesimo. Il finale è tutto per il rookie Pol Espargaró che va a insediarsi nella seconda casella della griglia ma a sette decimi da mostro Marquez. Che ne rifila quasi uno intero al suo compagno Dani Pedrosa. La sesta consecutiva pole consecutiva contando anche Valencia 2013, la seconda migliore striscia della MotoGP, dopo quella di Stoner nel 2008.

In gara (QUI ORARI E PROGRAMMI TV) solo un errore (o un cataclisma) potrà toglierli la quinta vittoria consecutiva.

LEGGI ANCHE

GP Spagna: un mostruoso Marquez sfata anche il tabù Andalusia

GP Argentina: Lorenzo sogna ma Marquez è il solito cannibale

GP delle Americhe: Marquez col brivido, Ducati a podio

Laureus World Sports Awards 2014: trionfo dei motori con Vettel e Marquez

Ascolti MotoGP 2014: le due ruote battono Serie A, Clasico…e F1