Il pilota del team CWM-LCR Honda, Cal Crutchlow, non è ancora in completa sintonia con la moto dopo i test di Sepang e commenta cosi i tre giorni di test effettuati nella pista del Malesia:

“Sono abbastanza contento, anche se non faccio i salti di gioia per non aver “cercato” il giro veloce. Dobbiamo lavorare anche su questo aspetto a breve perché adesso, con le gomme usate, siamo molto veloci e abbiamo trovato la direzione giusta” – poi, il pilota britannico continua, affermando: “Al momento però non sono ancora così in sintonia con la moto per spingere di più e sfruttare la gomma nuova come fanno gli altri; non mi sento a mio agio e non voglio rischiare. Anche oggi abbiamo fatto un passo avanti con le gomme usate e possiamo tornare qui, tra due settimane, con una buona base per aumentare la nostra competitività”.

I test invernali sono sempre fondamentali, sia per creare feeling tra pilota e moto, sia tra il team e lo stesso pilota ma soprattutto per conoscere al meglio il proprio prototipo, per capirne i pregi e difetti e in caso di quest’ultimi, dove intervenire per migliorare tali problemi.

Il capo-tecnico di Dani Pedrosa, Ramon Aurin, ha dichiarato in un’intervista al sito ufficiale della MotoGp, riferendosi a al suo pilota: “potrebbe esser campione se solo fosse piú aggressivo. L’anno scorso ha fatto delle buone gare, soprattutto nella seconda parte. Nelle prime curve è poco incisivo per via del suo peso, gli è difficile portare in temperatura le gomme all’inizio, ha bisogno di quattro o cinque tornate per prendere il ritmo, quando gli altri ci arrivano prima, al secondo giro. È lì che dobbiamo migliorare: non so se in questa maniera vincerá, ma sicuramente avrá piú possibilitá”.