Team Pramac rivoluzionato a Laguna Seca (foto by InfoPhoto). A causa del persistente dolore alla spalla, conseguenza della caduta al Sachsenring nelle ultime prove libere, Andrea Iannone ha deciso di alzare bandiera bianca per il weekend di Laguna Seca. La risonanza magnetica e la tac hanno evidenziato una piccola frattura al collo dell’omero ed importanti versamenti ed ematomi, principale causa di dolore e perdita di forza.

“La spalla mi fa malissimo e la risonanza ha confermato solo quello che il dottor Costa mia aveva detto dall’inizio – ha spiegato il pilota di Vasto – .Oltre alla lussazione, nella caduta si è ammaccata la testa dell’omero, si sono lesionati anche due legamenti e c’è un versamento importante. Mi spiace molto non essere negli Stati Uniti. Devo ringraziare il dottor Costa e tutti i ragazzi della Clinica Mobile, ogni volta fanno un lavoro stupendo. Forse era destino che non corressi a Laguna, quando sono andato per dei test con la Panigale mi avevano già squalificato perché la moto faceva troppo rumore”. 

Non perde il buon umore Iannone che non si sa ancora se verrà sostituito dal team. In California mancherà sicuramente il suo compagno Michele Pirro, sostituto del ‘titolare’ Ben Spies, che non potrà prendere parte alla gara americana in quanto gli impegni da collaudatore Ducati lo vedranno alle prese con una sessione di test a Misano dal 23 al 25 luglio. Al suo posto ci sarà Alex De Angelis, vecchia conoscenza della classe regina dove ha gareggiato per due stagioni nel 2008 e 2009 e anche nel 2010 come sostituito, per tre round, dell’infortunato Aoyama. Il pilota sammarinese affronterà la trasferta Oltreoceano approfittando della pausa del Campionato Moto2 dove corre con il NGM Mobile Forward Racing Team. Poi a Indianapolis Spies dovrebbe finalmente riprendere il suo posto.

Paolo Sperati su @Twitter e @Facebook

LINK UTILI

MotoGP Laguna Seca 2013: orari e diretta tv

Lorenzo e Pedrosa saranno della partita

GP Germania: successo in solitaria di Marquez

La caduta di Jorge Lorenzo, foto e video

La caduta di Dani Pedrosa, foto e video

MotoGP Assen 2013: il ritorno del Dottore