Il campionato di MotoGP ha superato ormai la metà del suo cammino e si appresta a solcare la pista tedesca sul circuito del Sachsenring dove la Honda vince da ben sei anni consecutivi, dal 2010 al 2015. Marc Marquez si sente padrone assoluto della pista, vista la confidenza con la vittoria sulla pista tedesca oltre ad essere il leader del Mondiale: “La difficoltà principale su questa pista è legata a tempo. Non è molto stabile, varia molto. Dovremo essere bravi a trovare la stabilità in tutte le condizioni. Spero però di poter mantenere i miei risultati di questo fine settimana in linea con quelli siglati nelle ultime stagioni”.

Lo spagnolo della Honda continua durante la conferenza stampa e dichiara: “Non voglio dire bugie, questa una pista dove siamo più favoriti rispetto ad altre, ma non si sa mai cosa può succedere. A questo punto della stagione sono molto più in alto di quanto mi sarei aspettato a inizio anno. All’inizio il mio obiettivo era quello di arrivare a questa gara non essendo molto lontano dalla vetta, perché sapevo che la prima parte della stagione sarebbe stata complicata. Ma siamo davanti ed è molto meglio di quanto sperassi. Dunque dovremo sfruttare a nostro vantaggio questa situazione”.

La palla passa poi a Jorge Lorenzo che non è in una fase positiva del campionato ma è comunque riuscito a racimolare qualche punto durante il Gran Premio d’Olanda: “Se piove non so come farò, bisognerà inventarsi qualcosa. Qui non ho tanti problemi come ad Assen, soprattutto perché la gomma anteriore dovrebbe funzionare meglio. In entrambi i casi, dovrò metterci un po’ più del mio se l’aderenza sarà scarsa. Ho vinto delle gare sul bagnato e in generale posso finire nei primi cinque. Assen è stata un disastro assoluto, che spero non si ripeta. La Michelin ha portato una gomma più morbida che teoricamente dovrebbe aiutare”.

Hanno parlato anche i due ducatisti, Andrea Iannone ha dichiarato: “Negli ultimi anni la pista del Sachsenring non ci è stata molto amica, ma sono fiducioso che quest’anno potremo far meglio anche perché la nostra moto è molto migliorata anche ad Assen nel passato avevamo avuto delle difficoltà, mentre quest’anno siamo stati competitivi durante tutto il weekend, per cui anche in Germania mi aspetto di fare una buona gara”.

E il suo compagno di squadra, che guiderà la desmosedici anche il prossimo anno, Andrea Dovizioso, ha commentato cosi la pista tedesca: “Penso che la conformazione del tracciato del Sachsenring non sia ideale per le caratteristiche della nostra Desmosedici GP, perché la pista tedesca presenta lunghe curve a sinistra dove è necessario rimanere con il gas parzializzato e la nostra moto non è ancora perfetta in queste condizioni ad ogni modo dobbiamo aspettare le prime prove, visto che da quest’anno utilizziamo degli pneumatici totalmente differenti, e potrebbe verificarsi una situazione come ad Assen dove, anche sull’asciutto, siamo stati molto competitivi”.

Ed infine riportiamo le parole del dottore. Valentino Rossi, nonostante la scivolata ad Assen, ha dimostrato di essere il più veloce di tutti in queste ultime uscite del Mondiale ma adesso non si può più sbagliare e bisogna accorciare il distacco da Lorenzo e Marquez: “Non vedo l’ora di gareggiare mi sono rilassato e allenato, dovevo andare al mare ma sono rimasto concentrato a casa, ho voglia di gara al Sachsenring. Ad Assen abbiamo lavorato bene, su asciutto e bagnato. Poi la gara è stata sfortunata. Ora voglio lavorare allo stesso modo in Germania, sulla moto sto bene e con le gomme Michelin è veloce. Farò il massimo per correre una buona gara”.