Inarrivabile. Il campione del mondo Marc Marquez centra la quarta pole position consecutiva stabilendo il nuovo record della pista a Jerez de la Frontera e in gara proverà a conquistare un altro poker, quello di successi, nel 100esimo GP iridato della sua carriera. Sull’unica pista del Mondiale dove non ha mai vinto. Il 21enne fenomeno di Cervera ha fatto segnare il tempo di 1’38″120 battendo il primato di Jorge Lorenzo (1’38”189) che risaliva al 2008. Proprio il maiorchino della Yamaha è stato l’unico a provare a fermare il leader del Mondiale accusando alla fine un ritardo di 4 decimi che gli vale comunque la seconda piazza.

In terza posizione c’è l’altra Honda, quella di Dani Pedrosa che in Andalusia spera di riuscire a competere in gara con il suo compagno di squadra. Seconda fila per Valentino Rossi, staccato di 7 decimi da Marquez, e Andrea Dovizioso, sesto con la Ducati a oltre un secondo e preceduto dalla Open di Aleix Espargaro, caduto alla prima curva dopo aver fatto segnare il quinto tempo. Eliminato, invece, nella Q1 Andrea Iannone, che si piazza dietro alla D16 ufficiale del rientrante Cal Crutchlow. A passare il turno sono Nicky Hayden e Alvaro Bautista. Ma la sensazione è che domenica, in gara, in pochissimi riusciranno a impensierire il campione del mondo. Che a Jerez vuole sfatare un altro tabù. Uno dei pochi che gli manca.

LEGGI ANCHE

MotoGP Jerez diretta streaming: come vedere il GP di Spagna

Bridgestone lascia la MotoGP: cambio dal 2016, Michelin, Pirelli o Dunlop?

MotoGP Argentina 2014: Lorenzo sogna ma Marquez è il solito cannibale

GP delle Americhe: Marquez col brivido, Ducati a podio

Ascolti MotoGP 2014: le due ruote battono Serie A, Clasico…e F1