Il Gran Premio di Spagna a Jerez ha regalato emozioni, soprattutto nel finale con la ‘sportellata’ di Marquez a Lorenzo. Andiamo a dare i voti della gara con un gran Pedrosa che stavolta ha la meglio su un Marquez coraggioso. Ancora bocciato Rossi, come lui Dovizioso e la Ducati.

Dani Pedrosa 10: Stavolta è lui a dare un segnale forte a Marquez. Dani si piazza in testa dopo pochi giri e martella un ritmo insostenibile per qualunque essere umano. E non fare errori sapendo che dietro ci sono due come Lorenzo e Marquez non è roba da poco. Un successo importante soprattutto in chiave psicologica. Ora gli serve solo continuità per puntare al Mondiale. Ritrovato.

Marc Marquez 8: Due secondi posti e una vittoria nelle prime tre gare in MotoGP. Un biglietto da visita strabiliante quello di Cabroncito che stavolta si arrende a Pedrosa e prende a sportellate il campione del mondo. Con troppa, evidente foga ama anche un coraggio e una scioltezza che impressionano. Resta da vedere se riuscirà a farlo su tutti i circuiti. Temuto.

Jorge Lorenzo 7,5: Il campione del mondo era dato per favorito a Jerez con la Yamaha. Le prove sono affar suo ma in gara la M1 cede alle Honda e all’ultima curva viene ‘speronato’ da Marquez. Forse avrebbe potuto prenderla meno larga e salvare la piazza d’onore. Mezzo voto in più per la reazione da campione. Beffato.

Valentino Rossi 5: Quello di Losail è rimasto un lampo isolato. Il Dottore parte bene, guida pulito ma non entra mai nel vivo della gara. Alla fine il distacco parla di oltre nove secondi da Pedrosa. Quasi mezzo a giro. E il fatto che Lorenzo sia sempre davanti a lui con facilità non è un segnale incoraggiante. Disperso.

Andrea Dovizioso 5: Dopo l’ottima gara in Qatar e il buon settimo posto ad Austin, a Jerez il Dovi fa un brusco passo indietro rimediando distacchi abissali (oltre 40 secondi) e prendendo paga nettamente anche da un Hayden infortunato. Sembra proprio che questa Ducati non ne voglia sapere di competere con Honda e Yamaha. Qualcuno batta un colpo. Illuso.