Jorge Lorenzo è in testa alla classifica mondiale insieme a Marc Marquez dopo i primi due Gran Premi. Ma il rookie spagnolo non cambierà l’approccio del campione del mondo. A chiarire le cose è proprio il maiorchino della Yamaha che non si lascia impressionare dal nuovo fenomeno del motociclismo: ”Nell’ultimo Gran Premio – ha spiegato Lorenzo ad Autosport - era meglio avere sangue freddo e finire nella posizione in cui ero. No, Marquez non cambierà il mio approccio alle gare”.

Lorenzo (foto by InfoPhoto) prova a spiegare l’aggressività di Marquez: “Quando hai vent’anni e sei un debuttante vedi le cose in modo diverso, hai un sacco di rabbia in corpo e non hai paura di cadere. Invece quando diventi più esperto inizi a diventare più conscio dei rischi che si corrono”.

Il maiorchino parla poi del GP di casa in programma domenica ribadendo il suo leitmotiv: “Dobbiamo mantenere la calma e pensare al campionato perché è lunghissimo. Jerez è una delle mie piste preferite e saremo sicuramente competitivi. E’ una delle piste migliori per la Yamaha ma, con il livello di piloti che c’è, non si sa mai dove si può trovare il circuito più favorevole. Quello di Jerez è più piccolo di Austin e il rettilineo è molto più breve, e ciò ci darà meno svantaggi”.