Marc Marquez ha dominato le qualifiche del sabato e punta a fare pokerissimo sulla pista di Indianapolis. Dietro l’iridato c’è Pedrosa, compagno di squadra, e in terza posizione, a chiudere la prima fila, Jorge Lorenzo.

Appena sceso dalla sua Honda Repsol, Marquez ha dichiarato: “È stato un buon passo avanti, abbiamo migliorato molto il setting della moto, ora più reattiva e con meno stress sulla gomma davanti, e come passo non siamo malissimo. Soffro molto nel T2, ma nelle libere4 ero quarto e abbastanza vicino agli altri. Il problema è che qui Marquez e Lorenzo sono molto forti, ma pure Pedrosa va bene e credo che per il podio sarà dura. In qualifica non riuscito a fare un giro buono, ho trovato traffico e fatto degli sbagli: peccato, la seconda fila sarebbe stata importante”.

Anche Dani Pedrosa è soddisfatto dal lavoro svolto dalla squadra: “Abbiamo fatto tanto lavoro sulle gomme, ma la pista è molto scivolosa e sarà importante trovare un buon setting per la gara e crescere per essere più veloci, soprattutto nella prima parte della pista”.

La parola passa poi in Yamaha, con le dichiarazioni di Jorge Lorenzo: “Con il pneumatico duro mi trovo meglio, e sul passo mi sento più forte. Non abbiamo migliorato la moto come ci saremmo aspettati, mentre invece Marquez è cresciuto molto. Non ho però perso la speranza di migliorare ancora nel warm up per andare ancora meglio: Marquez ha un gran passo, ma se cresciamo un pochino, posso cercare di stare con lui: è il mio obiettivo”.

Dopo i quattro spagnoli, ecco le dichiarazioni degli italiani, partendo da Valentino Rossi: ”Stiamo lavorando tanto perché Lorenzo è molto forte. Abbiamo fatto delle modifiche e siamo andati meglio e nel warm up cercheremo di farne altre per crescere ancora. Io e Jorge siamo quelli con il passo migliore, ma in gara non si sa mai. Sarà importante gestire bene le gomme e poi c’è da vedere il meteo con temperature più basse e minaccia di pioggia. Sono contento perché, anche se di poco noi siamo davanti a Lorenzo, ma occhio a Vale che piano piano sta arrivando. Questa può essere una buona occasione, ma vediamo. Per ora mi diverto perché sto di nuovo bene sulla moto”.

Ecco le dichiarazioni dei piloti della Ducati, Andrea Iannone e Andrea Dovizioso: “Non siamo dove vorremmo, ma siamo sempre cresciuti, soprattutto sul passo gara ed è importante per la corsa. Anche noi ci interroghiamo sui passi indietro fatti da noi rispetto a inizio e non ce lo spieghiamo: ce lo siamo chiesti, dobbiamo rivedere tutta la strada fatta fin qui e forse anche fare autocritica”.

“Mi aspettavo meglio, non tanto sul passo gara che non è male, ma quando mettiamo la morbida inizia a vibrare tutto e non riesco a spingere. Giochiamo per il 5° posto. Gli altri stanno andando più forte e noi non riusciamo a migliorare in certi aspetti”.

In conclusione, ecco le dichiarazioni di Danilo Petrucci che ha chiuso le qualifico con un ottimo quinto tempo: “Con la gomma nuova e la moto scarica ho avuto un buon feeling, poi ho trovato un buon gancio. La moto ha un buon potenziale, ma è difficile da mettere a posto: noi siamo stati bravi a sistemarla con l’assetto scarico, ma in gara sarà diverso, punterò a stare fra i 10 come al solito”.