Dopo mesi di assenza, torna a calcare la pista l’ultimo statunitense in grado di vincere un GP nella massima categoria: Ben Spies. Sono passate sette gare ma ora è il momento del ritorno di Texas Terror, finalmente recuperato dall’infortunio alla spalla sinistra subito nel Gran Premio della Malesia 2012, che aveva concluso prematuramente la sua stagione.

Spies si dice recuperato al 100% e a Indianapolis prenderà parte al suo terzo Gran Premio della stagione dopo Losail e Austin, dove aveva raccolto una manciata di punti grazie ad una 10ª e una 13ª piazza. Il pilota Pramac Racing si sente pronto per tornare alla competizione dopo un duro lavoro di riabilitazione: “Avevo bisogno di seguire il consiglio dei medici. Abbiamo lavorato duro, sei giorni alla settimana. Ad Indy sarò già al 100%. Mi sento bene, è la prima volta che non sento alcun dolore. La mia stagione inizierà davvero a Indy”.

L’iridato SBK 2009, e dominatore della stagione, ha dovuto smentire tutte le false voci di un suo eventuale ritiro a fine stagione pur essendo legato a Ducati per il 2014: “Ho sentito tutte queste voci assurde che mi ritiravo, che andavo in Superbike e anche che mi sono sposato – ha detto a MCN -. E’ stato tutto assurdo. Sono stato infelice per sei mesi, ma ora sono vicino ad essere di nuovo in pista e questa è la cosa più importante”.

photo credit: Silverstone Circuits Limited via photopin cc

Paolo Sperati su @Twitter e @Facebook

LINK UTILI

Indianapolis: orari e tv della gara americana

UFFICIALE: CRUTCHLOW FIRMA CON DUCATI

Il WROOOM chiude dopo 23 anni

Vale Rossi fissa la data del ritiro