Una spettacolare e piena di colpi di scena quella del Mugello. Il circuito italiano ha regalato gioia e dolori sia in MotoGP sia nelle categorie inferiori come Moto3 e Moto2. La sesta tappa del mondiale di MotoGP regala la vittoria a Jorge Lorenzo che guadagna punti sul connazionale Marc Marquez, secondo al Mugello, nella classifica del campionato. Amaro il ritiro di Rossi che deve dare forfait per colpa del motore della sua M1, rotto ad un terzo di gara. Sull’ultimo gradino del podio sale Andrea Iannone che trova punti importanti per lui e per la Ducati.

Lo spagnolo della Yamaha riesce a partire in maniera incredibile nonostante in qualifica non fosse riuscito ad andare oltre la quinta casella. La partenza di Lorenzo sorprende tutti anche Valentino Rossi che alla prima staccata deve accordarsi allo spagnolo. Le due M1 sono davanti al gruppo di testa e appena dietro ci sono Aleix Espargaro, Marc Marquez e un ottimo Andrea Dovizioso mentre Mavericks Vinales e Andrea Iannone sono stati risucchiati dal gruppo in partenza.

La gara inizia a farsi interessante: Rossi sembra avere un passo superiore a Jorge Lorenzo ma non riesce a trovare lo spazio giusto per tentare il sorpasso e nel frattempo Marquez inizia a farsi sotto le due Yamaha. Appena dietro Iannone è tornato a “bomba” su Dovizioso e Pedrosa, riuscendo a superare entrambi i piloti.

Il motore di Rossi decide di non collaborare più e ilc campione di Tavullia è costretto a tornare ai box, un vero peccato perché il passo era ottimo e la vittoria era possibile davanti ad un Mugello gremito di bandiere con il numero 46. Lorenzo non riesce a prendere il largo e anzi si fa recuperare da Marc Marquez. Il pilota della Honda negli ultimi giri tenta di approcciare il sorpasso ma Lorenzo si difende con i denti fino alle ultime curve quando Marquez passa in testa per poi essere beffato sul lunghissimo rettilineo italiano da Lorenzo che vince per 19 millesimi di secondo.

Iannone chiude al terzo posto dopo una grande gara di recupero e rincorsa davanti a Dani Pedrosa e Andrea Dovizioso, colpevole di aver sbagliato alla staccata della prima curva dopo il rettilineo e di aver perso delle posizioni pesanti. Resta il rammarico soprattutto per Valentino Rossi che avrebbe potuto fare una grande gara e ridurre il gap in campionato che invece, dopo questo “zero”, aumenta notevolmente.

Gli applausi del Mugello arrivano anche a Fabio Di Giandomenico e Niccolò Bagnaia in Moto 3 e a Baldassarre in Moto 2. Non sono riusciti a vincere ma ci sono andati davvero vicini. I primi conquistando rispettivamente la seconda e la terza posizione e Baldassarri ha chiuso dietro Zarco, conquistando una seconda posizione.

Classifica Moto GP – Top 10

1 Jorge LORENZO Yamaha SPA 115
2 Marc MARQUEZ Honda SPA 105
3 Valentino ROSSI Yamaha ITA 78
4 Dani PEDROSA Honda SPA 66
5 Maverick VIÑALES Suzuki SPA 59
6 Aleix ESPARGARO Suzuki SPA 49
7 Pol ESPARGARO Yamaha SPA 48
8 Hector BARBERA Ducati SPA 43
9 Andrea IANNONE Ducati ITA 41
10 Eugene LAVERTY Ducati IRL 36