Si chiudono le qualifiche sul circuito tedesco del Sachsenring con “El Cabronsito” Marc Marquez in pole position e appena dietro Barbera con la Ducati Avintia mentre in terza piazza partirà Valentino Rossi. Male Iannone, nono e Jorge Lorenzo che dopo due cadute, una in Q1 ed una in Q2, chiude all’undicesimo posto.

Il fenomeno della Honda, in testa al Mondiale, dimostra ancora una volta che il Sachsenring è una pista che adora e infatti nessuno riesce mai ad impensierire la sua pole position che poi abbassa con un tempo straordinario di 1.21.160, riuscendo a dare 4 decimi di secondo a Barbera e poi mezzo secondo agli altri inseguitori compreso Valentino Rossi. Il dottore chiude al terzo posto, comunque soddisfacente ma la strategia di uscire all’ultimo momento dai box non lo ha favorito poiché si è trovato in mezzo al traffico e nello specifico con davanti Hernandez che ha impedito al pilota della Yamaha di abbassare di qualche decimo la propria seduta.

Ottimo secondo posto di Bautista che conquista un secondo posto grazie alla scia di Marquez che nei primi giri si porta dietro lo spagnolo della Ducati, facendolo chiudere in prima fila.  Fenomenale la Ducati, prima l’Avintia e poi la Pramac, di Danilo Petrucci che dopo aver conquistato il primato nel Q1 è riuscito a conquistare un ottimo quarto posto nelle qualifiche e per un millesimo di secondo non è riuscito ad imporsi su Valentino Rossi. A chiudere la seconda fila ci sono la Yamaha di Espargaro e la Suzuki di Vinales.

Male, se non malissimo, le Ducati Ufficiali che chiudono le loro qualifiche all’ottavo e al nono posto, rispettivamente con Andrea Dovizioso e Andrea Iannone, quest’ultimo protagonista di una scivolata nel Q2. Davanti alle due Ducati ufficiale, al settimo posto, c’è Aleix Espargaro in sella alla Suzuki.

Decimo e undicesimo slot di prestigioso visto che Pedrosa e Lorenzo non sono riusciti ad andare oltre queste posizione. Il pilota della Honda sorprende cosi indietro in Germania poiché è una pista al lui molto cara e congeniale mentre non stupisce il malcontento e la brutta posizione di Lorenzo che è addirittura dovuto passare dalla Q1 per accedere alle qualifiche dei più veloci. A chiudere la quarta fila c’è il colombiano Hernandez.

Per domani ci si appresa a vedere una gara veloce, grintosa e soprattutto con protagonista Marc Marquez che qui vince da sei stagioni consecutive ma attenzione al meteo.

Griglia di Partenza – GP di Germania

Posizione-Pilota-Nazionalità-Team-Velocità media – Tempo

  1. Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 289.5 1’21.160
  2. Hector BARBERA SPA Avintia Racing Ducati 289.6 1’21.572 0.412 / 0.412
  3. Valentino ROSSI ITA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 290.0 1’21.666 0.506 / 0.094
  4. Danilo PETRUCCI ITA OCTO Pramac Yakhnich Ducati 291.1 1’21.666 0.506
  5. Pol ESPARGARO SPA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 288.7 1’21.738 0.578 / 0.072
  6. Maverick VIÑALES SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 289.6 1’21.784 0.624 / 0.046
  7. Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 295.0 1’21.858 0.698 / 0.074
  8. Aleix ESPARGARO SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 288.1 1’21.883 0.723 / 0.025
  9. Andrea IANNONE ITA Ducati Team Ducati 295.8 1’21.890 0.730 / 0.007
  10. Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 292.6 1’21.892 0.732 / 0.002
  11. Jorge LORENZO SPA Movistar Yamaha MotoGP Yamaha 291.1 1’22.088 0.928 / 0.196
  12. Yonny HERNANDEZ COL Pull & Bear Aspar Team Ducati 286.7 1’22.346 1.186 / 0.258