MotoGP Germania 2017 – Questa è la sua pista, per sette volte consecutive (considerando tutte le categorie) era riuscito ad imporsi al Sachsenring, Marc Marquez però non si è fermato e ha suonato l’ottava sinfonia, ma non senza avere un osso duro pronto a soffiargli la vittoria. Lo spagnolo infatti ha avuto la meglio su un tenace avversario, il padrone di casa Jonas Folger, il pilota tedesco della Yamaha Tech 3, che lo ha tallonato dall’inizio alla fine, provando a stargli davanti anche per alcuni giri. Lo spagnolo centra il suo secondo successo stagionale, che lo porta al comando della classifica iridata, scavalcando Andrea Dovizioso, che ha vissuto un pomeriggio complicato, giungendo solamente ottavo. Il campionato è aperto più che mai e anche in Germania abbiamo visto quanto le cose possano cambiare da pista in pista.

Honda subito al comando - Analizzando la gara, le Honda ufficiali di Marquez e Pedrosa hanno preso subito il comando della corsa con estrema facilità, solamente Jonas Folger è riuscito immediatamente a tenere il passo dei due spagnoli in sella alla HRC. In breve tempo si è formato un buon distacco tra i primi tre e il gruppo di inseguitori composto dai vari Lorenzo, Rossi, Petrucci, Dovizioso, Aleix Espargaro, Cal Crutchlow e Maverick Vinales. Il primo ad uscire di scena è stato Jorge Lorenzo, equipaggiato con una mescola morbida all’anteriore e al posteriore, scelta non premiata tanto che lo spagnolo arriverà undicesimo. Folger in una manciata di giri passa prima Dani Pedrosa e poi si mette davanti anche a Marc Marquez, provando a fare l’andatura e a scappare. Daniel Pedrosa non riesce a seguire i due piloti di testa che scapperanno piano piano, facendo un ritmo indiavolato. Marquez si riprende strada facendo il comando della corsa, fino a non lasciarlo più. A tre giri dalla fine Folger, che era sempre rimasto incollato agli scarichi del numero 93, commette un lungo alla fine del rettilineo in curva 1, perdendo mezzo secondo dal leader. Questo evento gli sarà fatale, perché da quel momento il gap non verrà più ricucito. Marquez vince sotto la bandiera a scacchi, Folger compie una bella impresa centrando il secondo posto davanti al suo pubblico festante, mentre Dani Pedrosa, senza grossi affanni, conclude la sua gara sul podio.

Lotta per il quarto posto - Una gara nella gara quella per la quarta posizione, alla fine a sputarla è stato Maverick Vinales, che emerso a metà gara ha passato in sequenza tutti i piloti che lo precedevano, compresi i vari Dovizioso e Rossi. Proprio Valentino Rossi ha terminato la gara al quinto posto, un passo indietro rispetto ad Assen, ma alla fine sono arrivati punti importanti per continuare la lotta mondiale. Sesto posto per la prima delle Ducati, a sorpresa, quella di Alvaro Bautista, che è riuscito a risalire dal fondo correndo come un pazzo da metà gara in avanti. Settimo Aleix Espargaro, che è riuscito così a regalare una grande soddisfazione alla Aprilia, battendo anche la Ducati ufficiale di Andrea Dovizioso, giunto solamente ottavo. Il pilota forlivese paga un degrado eccessivo della gomma posteriore, che non gli ha garantito di lottare fino alla fine per la quarta posizione.

La Classifica Mondiale - Ci eravamo lasciati dopo Assen con Andrea Dovizioso al comando della classifica, adesso dopo il Sachsenring troviamo un altro leader, infatti al primo posto c’è Marc Marquez con 129 punti, cinque più di Maverick Vinales e sei in più di Andrea Dovizioso. Al quarto posto Valentino Rossi separato dal primo di soli dieci punti. Anche Dani Pedrosa non è molto lontano, occupa la quinta posizione a 26 punti dal suo compagno di squadra. La strada per il mondiale è ancora lunga e tutto può cambiare in una semplice gara.