Il successo di Assen è arrivato nel momento in cui pochi se lo aspettavano. Valentino Rossi era dato da molti per finito ma in Olanda ha sverniciato tutti e ora punta a riconfermarsi in Germania e California, forte di una ventata di freschezza nel box, di una fiducia ritrovata e di una moto che ora ‘gira’ come vuole lui.

“Il nostro obiettivo è lottare costantemente per le posizioni importanti della classifica, stare davanti e giocarmela con i primi. Il Sachsenring mi piace e, pochi giorni più tardi, sarà la volta di Laguna Seca. Saranno due fine settimana molto, molto importanti”.

Attualmente Rossi paga 51 punti in classifica da Pedrosa: con Jorge Lorenzo ancora convalescente e con un’ulteriore flessione del catalano della Honda il Dottore potrebbe approfittarne e ridurre lo svantaggio tornando prepotentemente in gioco per la caccia al decimo Mondiale.

“In Germania correrò con uno spirito nuovo. Sono davvero molto felice ripensando alla vittoria di Assen, adesso voglio confermare quanto di buono abbiamo fatto nell’ultimo GP, in particolare il passo gara ed i progressi in sella alla M1. Dobbiamo continuare a lavorare per migliorare la moto come abbiamo fatto alla perfezione ad Aragon”.

Paolo Sperati su @Twitter e @Facebook

LINK UTILI

MotoGP Germania 2013: si sfidano i padroni del Sachsenring

Rossi il vincitore più longevo di sempre in MotoGP

MotoGP Assen 2013: il ritorno del Dottore

VR46 guarisce nell’Università del Motociclismo

Giù il cappello di fronte a Lorenzo

Frattura della clavicola per il campione del mondo

Primi test in Argentina per il circus