Aleix Espargaró, dopo un brutto infortunio ai legamenti del ginocchio sinistro durante un allenamento, è pronto per rimettersi in sella alla sua nuova compagna di avventure e ripartire per la prima stagione da pilota ufficiale della Suzuki. Lo spagnolo ha dichiarato: “Non sono ancora al meglio della forma, ma ho ripreso ad allenarmi già 10 giorni fa. Sarò al limite delle mie condizioni fisiche nel primo test di Sepang, ma cercherò di migliorare e presentarmi in perfetta forma alla prima gara della stagione in Qatar. Sappiamo bene che abbiamo molto lavoro da fare, quindi devo mettercela tutta per esser pronto già durante i primi test».

Purtroppo la prima prova su strada della casa nipponica ha avuto qualche imperfezione ed ha costretto i tecnici a metter mano alla nuova due ruote di Espargaró che sa perfettamente che in pista, in una competizione come la MotoGP, non sarà una passeggiata: “Sappiamo bene quali sono i nostri problemi e la direzione verso cui andare. – continua il pilota ispanico affermando – “So che il mese scorso hanno lavorato tanto in Giappone, a Hamamatsu (Sede Suzuki, ndr), soprattutto per migliorare il motore e riuscire ad avere più potenza e più affidabilità. L’ex pilota della Yamaha ha poi concluso: “Avremo un paio di novità interessanti che proveremo in Malesia. Honda, Yamaha e Ducati sono più avanti di noi, ma ce la metteremo tutta per sviluppare al meglio la moto“.

Ogni pilota deve cercare di dare il massimo nei test per comprendere al meglio le potenzialità e soprattutto i limiti della propria moto per poi confrontarsi con i tecnici per risolvere i vari problemi e cercare di portare al massimo il prototipo dell’azienda. Ogni contrattempo, ogni distrazione e ogni errore possono andare ad incidere pesantemente sull’esito dell’intera stagione, è per questo che i test invernali sono fondamentali.

Photo credit: Infophoto