Tira un’aria nuova in casa Ducati. Dopo Valentino Rossi, se ne va da Borgo Panigale un altro pezzo da novanta: Filippo Preziosi. Dopo settimane di voci che davano per certo l’addio dell’ingegnere italiano al progetto MotoGP, è arrivata l’ufficialità da Borgo Panigale.

La casa bolognese ha annunciato che sarà Bernhard Gobmeier a prendere il posto di Preziosi quale nuovo direttore generale della Ducati Corse. Il 53enne tedesco vanta una significativa esperienza nel mondo del mondo del motosport, impreziosita negli ultimi anni dalla guida del progetto BMW in Superbike in cui il colosso bavarese ha fatto passi da gigante sfiorando il titolo mondiale con Marco Melandri. Secondo la nota di Ducati “le sue capacità tecniche creeranno le premesse per una nuova fase di sviluppo, in vista dei traguardi a cui l’azienda ambisce dopo la recente acquisizione da parte del Gruppo Audi”.

Un restyling che coinvolge anche Paolo Ciabatti, nominato direttore del Progetto MotoGP di Ducati dopo essere stato direttore generale del Mondiale Superbike. Nelle derivate di serie Ernesto Marinelli è stato confermato per la terza stagione di fila a capo del progetto SBK. L’ad Ducati Gabriele Del Torchio commenta così i nuovi ingressi in azienda: “Con queste nomine possiamo affrontare con ottimismo la nuova stagione sportiva. Siamo fiduciosi che la rinnovata organizzazione e un’ancora più focalizzata strategia, contribuiranno a raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissi”

Preziosi rimarrà in Ducati con un ruolo tutto nuovo, quello di direttore del settore Ricerca & Sviluppo, dove risponderà al direttore generale Claudio Domenicali. Dopo 12 anni di Reparto Corse, andrà a curare lo sviluppo delle moto di serie.

Foto bikesportnews.com by Ducati Corse