Sotto la consueta pioggia di Silverstone, il GP inglese, Cal Crutchlow strappa una pole position incredibile, riuscendo a far meglio anche dello squalo Valentino Rossi e del futuro compagno di squadra del nove volte campione del mondo, Maverick Vinales in sella alla Suzuki. Una prima fila quasi inaspettata se non fosse per la presenza del dottore e che lascia le briciole a Marquez, comunque quinto, a Iannone e Lorenzo, rispettivamente, ottavo e nono.

Il pilota britannico della Honda Lcr dopo la vittoria di Brno riesce ad ottenere un’ottima pole position sul circuito bagnato di Silverstone continuando il suo momento magico: “Abbiamo iniziato bene, c’è qui mia moglie e mia figlia, e va tutto bene. Non possiamo cambiare il meteo ma qui spesso è così: sono felicissimo di questa pole position per me, la squadra e gli sponsor. Le condizioni non erano facili, ma ho spinto da subito perché immaginavo che il meteo poteva peggiorare e questo è un gran risultato. Adesso vediamo la gara, si prospetta asciutta ed è meglio per tutti correre meno rischi. Non so se riuscirò a lottare per la vittoria, ma per un buon piazzamento sì. Spero solo che non ci siano condizioni miste”.

Dietro al ragazzo nato a Coventry c’è Valentino Rossi che chiude al secondo posto sulla griglia di partenza ma è felice a metà : “In queste condizioni è sempre molto difficile, ma siamo stato fortunati ad aver potuto lavorare sul setting e sono state modifiche che hanno fatto crescere molto la moto. Il 2° tempo è buono per la gara, ma dovremo aspettare le condizioni del meteo perché sull’asciutto non andiamo fortissimo e lì dobbiamo crescere perché non siamo tanto veloci. Io spero nel secco, ma che sia così dal mattino, fin dal warm up, in modo da poter scegliere bene anche le gomme. Mi piacerebbe lottare per il podio, ma mi manca ancora qualcosina”.

Chiude la prima fila lo spagnolo che non ti aspetti, il futuro della Yamaha, Vinales: “La squadra ha lavorato tantissimo e avevamo bisogno di questo risultato: sono contento, abbiamo modificato alcune cose e si sono visti i risultati. Un triplice grazie al team. Sull’asciutto sono a posto, spero che i tempi per il successo siano maturi, in gara non dovrò spingere troppo per gestire bene la gomma”