La MotoGp riprende da dove aveva lasciato per le vacanze: Rossi davanti e dietro tutti gli altri. Si riprende da Indianapolis con Marquez agguerrito più che mai e Lorenzo che vuole ridurre il gap, già abbastanza risicato, su Valentino.

Il maiorchino prende subito la parola: “La moto quest’anno sta funzionando meglio, ha un’ottima dinamica e arriviamo qui con motivazioni e grande carica. Da Assen non è stato facile per me: in Olanda non mi sentivo a mio agio come nelle precedenti quattro gare perché c’erano delle gomme diverse. Questa dovrebbe essere l’ultima gara con questo tipo di pneumatico, ma c’è anche un asfalto differente e dovremmo avare meno problemi. L’ Honda qui ha un gran record, ma Rossi è davanti, ha 13 punti di vantaggio e il favorito è lui. E’su di lui che dobbiamo concentrarci, è lui l’uomo da battere, anche se Marquez sta recuperando bene e non lo abbiamo mai escluso dalla lotta per il mondiale. Ci sono molte gare, molti punti in palio e non possiamo fare degli errori: è anche lui della partita. La nostra moto va bene ed è equilibrata, il livello è altissimo e devi essere perfetto per battere Rossi e Marquez, è importante non sbagliare la scelta della gomma, ma è una variabile per tutti”.

Marquez ama questa pista e probabilmente anche Indianapolis ama lo spagnolo, per lui potrebbe essere pokerissimo: “Negli ultimi GP sono andato bene e la pausa è arrivata quando meno la gradivo. Abbiamo fatto un test importante a Misano e la Honda è cresciuta. Abbiamo perso tanto nella prima parte di stagione su di loro, magari possono perdere altrettanto loro nella seconda. Io posso solo spingere al massimo. Continuerò con il telaio 2014, a Misano abbiamo provato cose diverse per avere informazioni per la moto del 2015, ma soprattutto per il 2016. Abbiamo trovato dei dettagli che ci aiutano molto. L’anno scorso mi inseguivano, ora inseguo io. E’chiaro che nel 2014 era meglio e ora è più difficile, ma la cosa importante è che ora sono tornato a divertirmi”.

Dopo Valentino Rossi, parla un altro italiano, il ducatista Andrea Iannone: “Sono contento delle mie prestazioni in questa prima parte della stagione, ma Marquez sta recuperando e non sarà facile tenerlo dietro in classifica mondiale, ma combatterò per fare del mio meglio. Non è il mio circuito preferito, ma credo sia una pista buona per la Ducati, non andava male con la GP14 e quindi con la GP15 si può far meglio. Farò di tutto per difendere il 3° posto, ma non sarà facile”.

A chiudere la Conferenza Stampa è Bradl che si presenta dopo l’infortunio: “L’ultimo periodo non è stato positivo per il mio team e anche per il fisico, per il recupero dopo la frattura dello scafoide. Sono grato all’Aprilia che mi ha dato l’opportunità di far progredire la sua moto, è una grande sfida che devo imparare in poco tempo, ma sempre meglio che stare a casa a guardare la gara in tv”.