Il fantastico successo di Jorge Lorenzo nella noiosa gara del Montmelò è l’unico lampo di un GP filato via senza forte emozioni. Qualche rischio, invece, l’ha corso ancora Valentino Rossi che ha visto Bautista provare a emulare il contatto del Mugello in cui stavolta ha avuto la peggio solo lo spagnolo. Il Dottore, che in Toscana, si era difeso pur senza fare eccessiva polemica, stavolta si ‘scalda’: “Bautista? Non mi voglio esprimere, altrimenti sarebbero state parolacce. Per sua fortuna non mi ha steso, altrimenti sarebbero stati problemi per lui; questa volta non l’avrei presa bene, due volte di fila non sarebbe stato accettabile. Fortunatamente ha sbagliato mira. Sbagliare è umano, perseverare è diabolico”.

Sul Gran Premio, l’analisi di VR46 è assai positiva: “Poi la gara è stata bella, speravamo di lottare per il podio ma non ce l’abbiamo fatta. Mi mancano ancora un po’ di decimi nei primi giri. La cosa positiva è che sono in crescita, stiamo crescendo weekend dopo weekend. Dobbiamo continuare a lavorare per far sempre meglio. Per il Mondiale ci sono tanti punti di distanza, ora però punto a far meglio gara dopo gara”. 

Paolo Sperati su @Twitter e @Facebook

LINK UTILI

ALESSIA POLITA CADE A MISANO: RISCHIA LA PARALISI!

Rispetto e silenzio sconosciuti per Alessia

MotoGP Catalunya 2013: fantastico successo di Jorge Lorenzo

Qualifiche: Pedrosa spaventoso, Lorenzo infuriato

Libere: Rossi davanti a tutti, due anni dopo

Mugello: Lorenzo strepitoso, Pedrosa è secondo

Valentino Rossi a fine carriera sulle auto