Il Montmelò ha sempre sorriso a  Valentino Rossi che è in assoluto il pilota più vincente sul circuito catalano. E il primo giorno di prove libere vede un Dottore sorprendentemente davanti: VR46 decide di fare subito sul serio e trovare il miglior tempo regolando il compagno Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa. Il campione del mondo è sempre stato davanti al connazionale della Honda che questa mattina si era fermato ad appena 23 millesimi dal maiorchino mentre nel pomeriggio ha accusato 2 decimi.

Una sessione che sembrava doversi chiudere con queste gerarchie se non fosse che negli ultimi cinque minuti della sessione esce dai box un Rossi determinato a cercare il “tempone”, che arriva puntuale. In quarta piazza la Honda di Alvaro Bautista (Go&Fun Gresini), che accusa quattro decimi dal Dottore. Quinto tempo per Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech3) che precede un Marc Marquez in ritardo di 560 millesimi dalla vetta. Segue, praticamente con lo stesso tempo, la Ducati di Hayden che precede di un decimo la D16 di Dovizioso. Ora per Rossi resta da confermarsi in qualifica, vero tallone d’Achille di Rossi.

I tempi delle seconde libere: 

1 46 Valentino ROSSI ITA Yamaha Factory Racing Yamaha 333.8 1’42.297

2 99 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing Yamaha 336.3 1’42.346 0.049 / 0.049

3 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team Honda 337.5 1’42.557 0.260 / 0.211

4 19 Alvaro BAUTISTA SPA GO&FUN Honda Gresini Honda 338.4 1’42.752 0.455 / 0.195

5 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 333.4 1’42.776 0.479 / 0.024

6 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 338.1 1’42.857 0.560 / 0.081

7 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 338.4 1’42.890 0.593 / 0.033

8 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 338.7 1’42.988 0.691 / 0.098

9 6 Stefan BRADL GER LCR Honda MotoGP Honda 337.2 1’43.005 0.708 / 0.017

10 41 Aleix ESPARGARO SPA Power Electronics Aspar ART 322.4 1’43.204 0.907 / 0.199

11 29 Andrea IANNONE ITA Energy T.I. Pramac Racing Ducati 336.6 1’43.272 0.975 / 0.068

12 14 Randy DE PUNIET FRA Power Electronics Aspar ART 317.5 1’43.644 1.347 / 0.372

13 51 Michele PIRRO ITA Ignite Pramac Racing Ducati 329.7 1’43.648 1.351 / 0.004

14 38 Bradley SMITH GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 323.2 1’44.247 1.950 / 0.599

15 8 Hector BARBERA SPA Avintia Blusens FTR 312.8 1’44.461 2.164 / 0.214

16 5 Colin EDWARDS USA NGM Mobile Forward Racing FTR Kawasaki 316.5 1’44.586 2.289 / 0.125

17 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing ART 318.5 1’44.599 2.302 / 0.013

18 9 Danilo PETRUCCI ITA Came IodaRacing Project Ioda-Suter 316.0 1’44.609 2.312 / 0.010

19 70 Michael LAVERTY GBR Paul Bird Motorsport PBM 316.4 1’45.337 3.040 / 0.728

20 71 Claudio CORTI ITA NGM Mobile Forward Racing FTR Kawasaki 318.7 1’45.513 3.216 / 0.176

21 7 Hiroshi AOYAMA JPN Avintia Blusens FTR 311.3 1’45.834 3.537 / 0.321

22 68 Yonny HERNANDEZ COL Paul Bird Motorsport ART 315.4 1’46.216 3.919 / 0.382

23 67 Bryan STARING AUS GO&FUN Honda Gresini FTR Honda 313.0 1’46.577 4.280 / 0.361

24 52 Lukas PESEK CZE Came IodaRacing Project Ioda-Suter 309.8 1’47.239 4.942 / 0.662

Paolo Sperati su @Twitter e @Facebook

LINK UTILI

MotoGP Catalunya 2013: orari e diretta tv

Capirossi aspetta Rossi e punge Biaggi

Il Corsaro in sella a una Ducati MotoGP

Mugello: Lorenzo strepitoso, Pedrosa è secondo

Prove del venerdì: paura per Marquez

GP Francia: la Ducati sogna ma vince Pedrosa

Valentino Rossi a fine carriera sulle auto